Libertà di stampa

Montenegro. Giornalista condannato a 18 mesi di carcere

Il 15 gennaio 2019 un tribunale del Montenegro ha condannato il giornalista indipendente Jovo Martinović a 18 mesi di prigione. Ossigeno per l’Informazione ha preso posizione contro questa sorprendente sentenza, sottoscrivendo una dichiarazione congiunta insieme con il Centro Europeo per la libertà di stampa e dei media (ECPMF) e i suoi partner (EFJ, Index on Censorship, Osservatorio Balcani Caucaso Transeuropa) con i quali ha sottoscritto

Insieme a queste organizzazioni, Ossigeno chiede l’immediata assoluzione di Jovo Martinović e chiede alla Corte d’Appello, nel rispetto dello stato di diritto, di modificare la sentenza. Tutte le accuse devono essere rigettate. ASP

Leggi la dichiarazione congiunta 

1 commento
  1. Alessio
    Alessio dice:

    Non pensiamo però che sia una cosa che avviene solo all’estero. Anche in Italia qualche volta arriva il “carcere per giornalisti”. Specie se si pensa che i criteri che distinguono diffamazione da diritto di cronaca sono spesso suscettibili di interpretazione soggettiva. Come mostrano anche siti specializzati (tipo https://www.diffamazioni.it/) se il criterio della verità del fatto raccontato è (abbastanza) oggettivo, la sua rilevanza sociale e la continenza nel linguaggio (gli altri due requisiti del diritto di cronaca) hanno contorni molto più sfumati.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi a Alessio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.