Basta impunità! Ernest Sagaga (IFJ), garantire la protezione dei giornalisti

Il messaggio del responsabile diritti umani della Federazione Internazionale dei Giornalisti in occasione della tavola rotonda UNESCO-OSSIGENO del 3 novembre a Siracusa

OSSIGENO 28 ottobre 2021 – Ernest Sagaga, direttore della sezione diritti umani della Federazione Internazionale dei Giornalisti IFJ, (l’organizzazione che riunisce il maggior numero di sindacati nazionali di giornalisti, con oltre 600.000 associati) ha mandato a Ossigeno per l’Informazione il seguente messaggio. Con ciò ha accettato l’invito di dare un contribuire alla discussione pubblica che avrà luogo il 3 novembre a Siracusa alla tavola rotonda UNESCO-OSSIGENO che pone al centro questa domanda: oltre a protestare, che cosa si potrebbe fare per fermare l’impunità per i reati contro i  giornalisti? ( leggi il programma della tavola rotonda )

La libertà di stampa è un elemento molto importante nelle democrazie. La libertà di stampa c’è quando il giornalista può lavorare  senza condizionamenti e intimidazioni e in questi tempi nel mondo le cose non vanno così. La  libertà di stampa è spesso minacciata, alcuni giornalisti vengono o uccisi, altri devono combattere per vedere riconosciuti i loro diritti, soprattutto per il diritto di fare il loro lavoro, di rivelare casi di corruzione, crimini o abusi di potere e denunciare episodi di corruzione.

 

Dal 1990 a oggi l’International Federation of Journalists ha documentato oltre 2000 uccisioni di giornalisti in vari paesi del mondo. Questi omicidi non sono avvenuti soltanto nei paesi cosiddetti sottosviluppati o nei cosiddetti “stati falliti”.

Una parte sono stati commessi in paesi democratici, alcuni in Europa.

E nel 2021 in Europa sono stati assassinati due giornalisti, uno in Grecia e uno nei Paesi Bassi: due paesi dell’Unione Europea.

Quindi non ci deve stupire il fatto che quest’anno il Premio Nobel per la Pace sia stato attribuito a due giornalisti, una delle Filippine e l’altro della Russia.  Così la Commissione Nobel per la Pace ha riconosciuto che i giornalisti sono sempre di più nel mirino e che le aggressioni ai giornalisti equivalgono ad attacchi contro il diritto dei cittadini alla libertà di informazione.

Ecco perché nella Federazione Internazionale della Stampa noi ci siamo impegnati a garantire la protezione dei giornalisti in tutto il mondo.

ASP

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.