Libertà di stampa

Biella. Aggredisce cronista. Il giorno dopo chiede scusa

Francesco Graziola stava documentando lo sgombero di un terreno a Cossato (Biella). L’aggressore gli ha sottratto il cellulare. Nessuna denuncia

La cattiva notizia è che il 26 novembre, a Cassato (Biella), il giornalista Francesco Graziola, collaboratore de L’Eco di Biella, è stato aggredito mentre faceva delle foto per documentare le operazioni di sgombero di un terreno, eseguite su disposizione del Comune. L’aggressore è il proprietario del terreno. La notizia buona è che il giorno successivo l’aggressore ha chiamato al telefono il cronista e gli ha chiesto scusa. Gli ha detto che non aveva compreso che fosse un giornalista e che stava “soltanto facendo il suo lavoro da giornalista”. Le scuse sono state accettate e la vicenda si è conclusa così, senza denunce ne strascichi giudiziari. Potenza del buon senso e del fair play!

Infastidito nel vedere che un tizio scattava foto con il cellulare, dal marciapiede esterno al terreno da cui veniva estromesso, l’uomo lo aveva afferrato alle spalle dall’uomo e gli aveva strappato il cellulare, lanciandolo a terra. Il giornalista aveva chiamato i Carabinieri che avevano identificato l’aggressore e recuperato il cellulare.

RDM

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.