Violazioni verificate

Campobasso: alla Regione insulti a una cronista

Durante una seduta Rita Iacobucci di Primo Piano Molise è stata insultata e spintonata da un visitatore che non voleva essere ripreso. Solidarietà da Odg

La giornalista di Primo Piano Molise, Rita Iacobucci, è stata insultata e spintonata a Campobasso, durante una seduta del Consiglio Regionale del Molise, il 22 ottobre 2019.

Iacobucci stava filmando un momento di tensione in aula, per la protesta dei lavoratori della formazione professionale, quando uno di loro, Pietro Sacco, le si è scagliato contro, intimandole di non riprenderlo e di non divulgare alcuna immagine.

“Pennivendola! – le ha gridato l’uomo – Voi prendete i soldi da questi qua, i consiglieri”. A queste parole ha aggiunto alcuni spintoni. La scena è stata vista da numerosi persone e registrata da una telecamera. Altri giornalisti presenti in aula si sono avvicinati alla cronista di Primo Piano Molise per tranquillizzarla, mentre l’uomo, visibilmente alterato, è stato identificato e accompagnato fuori dalla Digos. Rita Iacobucci ha denunciato l’episodio il giorno successivo, il 23 ottobre, alla Polizia di Campobasso.
L’ Ordine dei Giornalisti del Molise ha espresso solidarità alla giornalista, denunciando nella nota stampa come sia precaria la condizione di lavoro dei cronisti anche all’interno di una istituzione della Repubblica.
“La critica serve a migliorare ma io non discuto con chi alza la voce, lancia accuse strampalate e passa alle vie di fatto – ha commentato Rita Iacobucci per Ossigeno. – Il diritto di cronaca in Italia è tutelato dalle leggi e dall’articolo 21 della Costituzione. Inoltre – ha concluso – se la vicenda degli operatori della formazione professionale non è stata ancora risolta, non è colpa dei giornalisti”. Poi, il 29 ottobre 2019, ha accettato le scuse del suo aggressore.

Andrea De Tommasi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.