Appuntamenti

Corso UNESCO per poliziotti su libertà di stampa e giornalisti

Lezioni gratuite fruibili online anche da chi ha impegni di lavoro – E’ aperto anche a giornalisti e avvocati – Dall’11 luglio al 18 agosto

OSSIGENO 24 giugno – Un corso di formazione online per i membri delle forze dell’ordine è stato organizzato dall’UNESCO (l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) per promuovere gli standard internazionali e regionali della libertà di espressione e per la sicurezza dei giornalisti. Il corso è stato organizzato congiuntamente all’Associazione Internazionale della Polizia (IPA) e a IBZ Castle Gimborn (il luogo simbolo delI’IPA). E’ rivolto ai membri della polizia di tutto il mondo, ai giornalisti, ad accademici e avvocati. L’iscrizione e la partecipazione sono gratuite. Avrà inizio l’11 luglio 2022, durerà cinque settimane e si concluderà il 18 agosto. I lavori si svolgeranno in inglese. Ai partecipanti che avranno completato tutti i moduli e i quiz (in inglese) riceveranno un attestato. Il corso di autoapprendimento è adatto a chi svolge lavoro a tempo pieno. E’ organizzato secondo il modello MOOC (corso online massivo aperto)

Lo scopo dell’insegnamento è quello di far comprendere in modo più approfondito la necessità di proteggere la libertà di espressione, la libertà di parola e l’incolumità dei giornalisti. Mira anche a rafforzare il ruolo degli agenti di polizia in questa materia e a migliorare le relazioni professionali tra agenti di polizia e professionisti dei media.

Le iscrizioni sono aperte al seguente link: http://www.unesco-i a-mooc.com

Il corso tratterà (l) il quadro giuridico, (2) i limiti della libertà di espressione, (3) dalla libertà dell’informazione al diritto all’informazione, (4) il ruolo degli organi statali di promuovere e garantire la libertà di espressione e la sicurezza dei giornalisti, (5) le sfide e le opportunità dei social media e delle tecnologie digitali. In un webinar online i partecipanti possono discutere con esperti i ruoli dei media e della polizia nella promozione della libertà di espressione.

Si baserà su una serie di eventi di formazione organizzati dall’UNESCO e questi suoi partner che dal 2013 hanno formato oltre 8.600 membri della forze di sicurezza di 20 paesi sulla libertà di espressione e la sicurezza dei giornalisti, sulla base del Manuale di formazione su “Libertà di espressione e ordine pubblico”. ASP

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.