Libertà di stampa

Due cronisti belgi bersagliati da querele e minacce

Sono David Leloup e Tom Cochez, autori di un’inchiesta su uno scandalo di Liegi in cui sono coinvolti amministratori pubblici e imprenditori

In Belgio i giornalisti investigativi David Leloup e Tom Cochez sono il bersaglio di numerose denunce da parte di aziende o esponenti del mondo politico-finanziario di Liegi.

Il caso è stato segnalato dall’ Associazione belga dei giornalisti professionisti (AJP) e il 21 gennaio 2019 è stato pubblicato dall’EFJ e dall’IFJ sulla Piattaforma del Consiglio d’Europa per la protezione del gironalismo e la sicurezza dei giornalisti come un episodio di ” Molestie e intimidazioni nei confronti dei giornalisti”.

Ossigeno esprime solidarietà ai due giornalisti e ai loro giornali e pubblica di seguito il testo dell’alert pubblicato sulla Piattaforma. LINK

A seguito di una serie di articoli pubblicati tra aprile 2017 e dicembre 2018, sul settimanale “Le Vif-L’Express” su un caso di corruzione che ha coinvolto il parlamentare socialista Alain Mathot e gli affari della compagnia Nethys, guidata da Stéphane Moreau, ex sindaco socialista della città di Ans, David Leloup è stato oggetto di cinque denunce formalizzate e di altre due minacciate, in poco meno di un anno, tra il 5 gennaio e il 28 dicembre 2018.

In particolare, il giornalista deve rispondere di una querela presentata dalla società Semeb e di quattro denunce al Council of Journalistic Ethics (CDJ), depositate da Alain Mathot e dalle società Nethys SA e Ogeo Fund. L’imprenditore di Bruxelles Dominique Janne e l’Ogeo Fund hanno annunciato che potrebbero presentare anch’essi delle denunce all’autorità giudiziaria.

Il giornalista Tom Cochez è stato preso di mira con due denunce per violazione dell’etica professionale e due minacce di reclami legali, uno dei quali sarebbe rivolto anche il giornale investigativo online fiammingo Apache, che collabora con Le Vif-L’Express su questi dossier d’inchiesta.

L’Associazione belga dei giornalisti professionisti (AJP) è preoccupata per questa moltiplicazione di denunce contro questi giornalisti. L’AJP ha messo a disposizione di David Leloup un avvocato per rispondere alle molestie giudiziarie di cui è chiaramente l’oggetto.

ASP


0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.