Aggiornamenti

No Tav. Assolto giornalista Davide Falcioni di FanPage dopo il nuovo processo

Nel 2012 si era introdotto negli uffici di un’azienda di Torino per seguire una manifestazione di protesta. Era stato condannato a 4 mesi di reclusione

OSSIGENO 10 maggio 2021 – Il 14 ottobre 2020, a otto anni dai fatti e al termine di un nuovo processo disposto dalla Cassazione, La Corte d’Appello di Torino ha assolto Davide Falcioni dall’accusa di concorso in violazione di proprietà privata, reato commesso mentre seguiva a come cronisti partecipanti a una manifestazione di protesta di attivisti No Tav.

A gennaio 2020, la Cassazione aveva annullato con rinvio la sua sentenza di condanna a quattro mesi di reclusione. La questione rimasta in sospeso era il riconoscimento della “tenuità del fatto”, e ciò è stato riconosciuta infine dalla Corte d’Appello con la sentenza di ottobre.

I fatti risalgono al 2012: il giornalista, all’epoca collaboratore di AgoraVox, si era introdotto all’interno degli uffici dell’azienda Geovalsusa s.r.l. di Torino, senza una specifica autorizzazione, per seguire, in quanto cronista, una manifestazione di protesta degli attivisti No Tav. Per questo motivo, nel 2015 era finito sotto processo e, il 9 aprile 2018 era stato condannato in primo grado a quattro mesi di reclusione.

RDM

Leggi le altre notizie di Ossigeno su Davide Falcioni

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.