Questo episodio rientra tra le violazioni verificate da Ossigeno per l'Informazione

Realizzato nell'ambito del progetto OSSIGENO M.A.P. - MONITOR ASSIST AND PROTECT, co-finanziato da GMDF (Global Media Defense Fund), il Fondo creato nell'ambito della Campagna Globale per la Libertà dei Media nel quadro del Piano d'Azione dell'ONU per la Sicurezza dei Giornalisti e la tematica dell'Impunità. Il GMDF è stato sviluppato con l'obiettivo di facilitare la libertà dei media e migliorare l'accesso dei giornalisti ad una tutela legale specializzata e sensibile alla diversità di genere. Gli autori sono responsabili della scelta e della presentazione dei fatti contenuti in questa pubblicazione e delle opinioni ivi espresse, che non sono necessariamente quelle dell'UNESCO e non impegnano l'UNESCO.

Assistenza Legale

Ossigeno assiste giornalista querelato da Ceccherini (Giovani Editori)

E’ accusato di aver tradotto in inglese e pubblicato in un blog un articolo di Claudio Gatti uscito sul “Venerdì” di Repubblica  Si dichiara estraneo ai fatti

OSSIGENO 28 novembre 2022 – L’Ufficio di Assistenza legale gratuita di Ossigeno per l’informazione (vedi) ha accolto la richiesta di difesa legale del giornalista Fabrizio Dell’Orso, che deve affrontare un processo penale per diffamazione a mezzo stampa nato da una querela di Andrea Ceccherini, fondatore dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori, nonostante egli si dichiari estraneo ai fatti contestati.

Ceccherini  accusa Fabrizio Dell’Orso di aver danneggiato la sua reputazione con la pubblicazione in inglese, sul blog Italian4journalist’ Mag-Zine, di un’inchiesta giornalistica che valuta negativamente i risultati conseguiti dall’Osservatorio fondato da Ceccherini con l’iniziativa  “Il Quotidiano in Classe”. Si tratta, per l’appunto di un blog, che in quanto tale non ha un direttore responsabile, né un “direttore della pubblicazione” identificabile in Fabrizio Dell’Orso.

La richiesta di assistenza legale di Fabrizio Dell’Orso ha suscitato l’interesse di Ossigeno sia per la vaghezza delle accuse sia per la contestazione di un contenuto di interesse pubblico che contiene critiche motivate, basate su dati Istat,  formulate con un linguaggio appropriato, critiche che avrebbero meritato non una querela ma una richiesta di rettifica o la richiesta di ospitare una replica. Queste richieste, a quanto è a conoscenza di Ossigeno, non ci sarebbero state. Aiutando un giornalista a difendersi in tribunale da siffatte accuse Ossigeno difende la prerogativa di ogni giornalista di rispondere soltanto delle proprie personali responsabilità e di esercitare liberamente il diritto di informazione. Difende inoltre il diritto dei blogger di svolgere un’attività di interesse pubblico facendo conoscere contenuti dei media che non siano palesemente falsi o diffamatori.

LA PUBBLICAZIONE CONTESTATA – Quella tradotta in inglese e ripubblicata da “Italian4journalist’ Mag-Zine” è l’inchiesta firmata dal giornalista Claudio Gatti pubblicata da “Il Venerdì” di Repubblica, il 16 Marzo 2018. In quell’articolo, l’autore fa osservare che l’Osservatorio Permanente Giovani-Editori è nato nel 2001 con l’obiettivo di promuovere presso scuole licei e università, la lettura dei quotidiani da parte dei giovani e degli studenti. Ma dopo 18 anni di attività non ha conseguito quest’obiettivo, l’indice di lettura dell’ISTAT indica una percentuale di giovani lettori di quotidiani italiani scesa dal 49,4% al 24,4%.

«La realtà è che tutte le rilevazioni indipendenti, da quelle Istat a quelle Audipress o della Federazione degli editori, segnalano – ha  scritto Claudio Gatti – che, nei 18 anni di attività dell’Osservatorio, il declino del tasso di lettura tra i giovani ha registrato una violenta accelerazione. Mentre tra la metà degli anni Ottanta e il 2000 la percentuale dei lettori che hanno sfogliato un giornale almeno una volta alla settimana è rimasta sostanzialmente stabile, a partire dal 2001, anno di avvio del programma di Ceccherini, è cominciata una caduta incontenibile. Tra i 15-17enni il tasso è sceso dal 49.4 per cento al 24.4. Tra i 20-24enni è crollato dal 66.1 al 35.6 e tra i 25 e i 34enni la percentuale è passata dal 67 al 41.5 per cento».

Ceccherini sostiene il contrario, sul sito dell’Osservatorio, in un libro pubblicato nel 2015 e nelle sue querele.

Nel 2018 l’inchiesta di Claudio Gatti fu ripresa e rilanciata da altri media. Se ne occuparono Pier Luca Santoro su DatamediaHub (leggi), la Repubblica e Stefano Liviadotti sull’Espresso.

Ceccherini reagì con cause civili per diffamazione contro tutti. I giudici gli hanno dato torto per le cause l’Espresso e Data Media Hub, invece la causa contro Repubblica è ancora in decisione.

IL BLOG – Il blog Italian4Journalists nacque nel 2000 da un’idea di Fabrizio Dell’Orso e Roberto Morrione, all’epoca fresco di nomina alla direzione di RAI International. Fabrizio Dell’Orso non è l’autore della traduzione, né della pubblicazione ed è assolutamente estraneo ai fatti contestati. Non è “il Direttore della pubblicazione” come ha già avuto modo di chiarire in sede di Mediazione. Ciò non ha impedito a Ceccherini di proporre contro di lui una querela e di sospendere sul suo capo la spada di Damocle di un’azione civile che potrebbe iniziare.  Il blog, per quanto è a conoscenza di Dell’Orso, non ha ricevuto richieste di rettifica o querele, ha avuto importanti attestazioni di stima e di professionalità per il livello qualitativo con cui ha trattato vari argomenti e temi complessi.

ASP

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.