Aggiornamenti

Prime misure per aggressione a troupe Striscia

L’episodio si era verificato a Pescara lo scorso 26 settembre. Il giornalista Vincenzo Rubano, collaboratore di Vittorio Brumotti, fu preso a calci

Con un comunicato del 26 ottobre 2019, la trasmissione Striscia la Notizia ha annunciato che “sono stati sottoposti a misure cautelari tre persone, ritenute dagli inquirenti responsabili dell’aggressione ai danni della troupe di Vittorio Brumotti”. L’aggressione si era verificata lo scorso 26 settembre, nel quartiere Ferro di Cavallo di Rancitelli, a Pescara, mentre la troupe documentava lo spaccio di droga (leggi). Brumotti e la sua troupe da diverso tempo si occupano di queste tematiche nelle città d’Italia e per questo motivo sono stati minacciati e aggrediti più volte.

“I carabinieri – si legge nel comunicato – hanno individuato i presunti colpevoli dei calci e delle spinte” a Brumotti e ai suoi collaboratori. “Si tratta – si legge ancora – di un 29enne, di un 40enne e di un 44enne, tutti residenti nel quartiere, nei cui confronti i militari dell’Arma hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria” (leggi il comunicato).

I tre, in particolare, avevano inseguito e aggredito i collaboratori, uno dei quali era finito in ospedale. Ad avere la peggio era stato il giornalista Vincenzo Rubano, preso a calci e costretto a ricorrere alle cure dell’ospedale di Pescara. Importante per le indagini è stato il video dell’aggressione, realizzato dalla stessa troupe, e consegnato agli inquirienti.

Il video dell’aggressione era andato in onda il 30 settembre 2019, durante la puntata di Striscia la Notizia (guarda).

RDM

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.