Libertà di stampa

Slovacchia. Appello alla presidente Zuzana Čaputová

Ossigeno, insieme a ECPMF e numerose altre organizzazioni indipendenti, le ha chiesto di assumere impegni per la giustizia e la libertà di stampa

Il 30 marzo 2019, Zuzana Čaputová, avvocato e attivista dei Diritti umani, è stata eletta presidente della Slovacchia. E la prima presidente donna. La sua elezione ha suscitato molte attese. Numerose e organizzazioni indipendenti, fra cui Ossigeno per l’Informazione, insieme al  Centro europeo per la libertà della stampa e dei media (ECPMF) le hanno inviato una lettera aperta con la quale hanno richiamato la sua attenzione sulle gravi preoccupazioni per la libertà di stampa, per la situazione dei media e per la sicurezza di giornalisti nel suo paese.

In particolare, i firmatari della lettera esprimono fiducia sulla punizione dei colpevoli dell’assassinio del giornalista Ján Kuciak “ora che l’imprenditore Marian Kočner è stato accusato di omicidio e il sostituto procuratore generale si è dimesso per i suoi contatti con lui”. 

Inoltre chiedono alla presidente di porre il veto alla proposta in introdurre per legge un “diritto di replica” illimitato che obbligherebbe i giornali e i notiziari a pubblicare la replica degli uomini politici ad ogni critica a loro rivolta. I firmatari chiedono alla presidente di mantenere la stessa posizione assunta dal suo Il predecessore, Andrej Kiska,, il quale aveva dichiarato se tale legge fosse stata approvata durante la sua presidenza. ASP

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.