SOS Cronisti a Repubblica e La Stampa

Si è tenuto mercoledì 17 luglio presso la sede del Gruppo Editoriale Gedi, in via Cristoforo Colombo a Roma, l’incontro con le redazioni di Repubblica e de La Stampa durante il quale Ossigeno per l’Informazione e l’Associazione Stampa romana hanno presentato ai giornalisti delle due testate lo sportello Sos Cronisti.

L’appuntamento pomeridiano di mercoledì chiude – prima delle vacanze estive – la serie di incontri che la Onlus e il sindacato romano hanno organizzato a partire dallo scorso 9 luglio 2018 per presentare ai giornalisti questo nuovo servizio gratuito che permette, a tutti gli operatori dell’informazione che si sentono vittime di attacchi ingiusti a causa del loro lavoro, di consultare esperti e di ricevere assistenza.  Nelle scorse settimane, Ossigeno e Asr avevano già incontrato a Roma le redazioni dell’agenzia di stampa Dire, di Avvenire e dell’Huffngton Post. (leggi)

All’incontro presso la sede di Repubblica e Stampa a Roma, c’erano il segretario di ASR, Lazzaro Pappagallo, Paolo Barbieri del direttivo di ASR, il segretario di Ossigeno, Giuseppe Federico Mennella e la responsabile del monitoraggio, Raffaella Della Morte. I rappresentanti delle due associazioni hanno spiegato che Sos Cronisti è uno sportello accessibile via telefono o via mail a cui ci si può rivolgere in maniera riservata; che il servizio è disponibile anche per chi non è iscritto al sindacato. Lo sportello si propone come punto di ascolto e di sostegno. E’ uno strumento a disposizione dei cronisti e blogger che subiscono intimidazioni per aiutarli a rompere l’isolamento e il muro della solitudine. S.O.S. è uno strumento per indirizzare i cronisti in difficoltà e aiutarli a trovare il modo migliore di difendere i loro diritti, individuando di volta in volta lo strumento più idoneo tra quello sindacale, deontologico e legale.

Gli incontri riprenderanno a settembre. Il primo appuntamento sarà quello con la redazione del Corriere della Sera. 

RDM

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.