Studenti Liceo di Trani raccontano la storia del medico-fotoreporter Ciriello

A vent’anni dalla sua uccisione. Il lavoro multimediale si basa sulla documentazione raccolta sul sito “Ossigeno-Cercavano la verità”

In occasione del ventesimo anniversario dell’uccisione del fotoreporter Raffaele Ciriello (leggi), un gruppo di studentesse e studenti della classe V A del Liceo Linguistico “F. De Sanctis” di Trani hanno elaborato in maniera originale la storia del medico-giornalista crivellato da una raffica di pallottole il 13 marzo 2002 mentre documentava un rastrellamento eseguito dall’esercito di Tel Aviv.

Hanno approfondito la figura di Ciriello partendo dalla documentazione raccolta sul sito “Ossigeno-Cercavano la verità”, in particolare attraverso le parole della moglie Paola Navilli, intervistata per Ossigeno dalla giornalista Marilù Mastrogiovanni, e il racconto dell’inviato del Tg1 Amedeo Ricucci che si trovava in Cisgiordania con il fotoreporter.

La classe ha realizzato la presentazione multimediale nell’ambito del progetto “Semi di legalità”, promosso dal settore Giovani dell’Azione Cattolica della diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie in collaborazione con Ossigeno.

Il lavoro da oggi arricchisce il sito “Ossigeno-Cercavano la verità”. È stato realizzato da Capocelli Matilda, Di Liddo Giorgia, Di Terlizzi Raffaella, Lambo Emanuele, Ricchiuto Gaia, con la supervisione del professor Michele Casiero.

Vedi qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.