Ossigeno per l'Informazione segnala questo episodio riservandosi di acquisire ulteriori dettagli significativi prima di inserirlo tra le violazioni verificate

Realizzato nell'ambito del progetto OSSIGENO M.A.P. - MONITOR ASSIST AND PROTECT, co-finanziato da GMDF (Global Media Defense Fund), il Fondo creato nell'ambito della Campagna Globale per la Libertà dei Media nel quadro del Piano d'Azione dell'ONU per la Sicurezza dei Giornalisti e la tematica dell'Impunità. Il GMDF è stato sviluppato con l'obiettivo di facilitare la libertà dei media e migliorare l'accesso dei giornalisti ad una tutela legale specializzata e sensibile alla diversità di genere. Gli autori sono responsabili della scelta e della presentazione dei fatti contenuti in questa pubblicazione e delle opinioni ivi espresse, che non sono necessariamente quelle dell'UNESCO e non impegnano l'UNESCO.

28 Probabili intimidazioni a cronisti rilevati da Ossigeno. 4-10 luglio 2022

OSSIGENO 9 luglio 2022 – Nella settimana 4-10 luglio 2022 Ossigeno per l’Informazione ha rilevato probabili intimidazioni e minacce nei confronti di 28 giornalisti, blogger e altri operatori dei media (23 uomini e 5 donne). L’Osservatorio segnala questi episodi invitando a fornire elementi utili per dire con certezza che sono violazioni del diritto di informazione e accertare se i cronisti coinvolti meritano aiuto e assistenza

Gianluigi Guarino e Maria Assunta Cavallo. Annunciata querela da neoeletta consigliera comunale per articolo di cronaca

MONDRAGONE (CE) – Rosaria Tramonti, neoeletta consigliera alle elezioni comunali di Mondragone (Caserta), ha dato mandato ai suoi legali di querelare il direttore di CasertaCe Gianluigi Guarino e la sua collega Maria Assunta Cavallo per un articolo sulla testata online. Vi si parlava di un video, fornito all’autorità giudiziaria dai carabinieri, che mostrava un anomalo incremento di clienti nel distributore di benzina della famiglia della donna durante le elezioni (leggi). Riferiva inoltre che lei e suo marito erano state sentite come persone informate dei fatti, ma non indagate. LT

Giulio Golia a processo per diffamazione aggravata, denunciato da odontotecnico per un servizio de ‘Le Iene’

CUNEO – Silvio Galfione, tecnico ortopedico di Savigliana (Cuneo) ha portato Giulio Golia in tribunale a Cuneo per un servizio televisivo andato in onda nel 2018 de ‘Le Iene Show’, dal titolo “L’uomo a cui hanno rubato le gambe”. Si parlava del progetto e del relativo brevetto di realizzazione di protesi ortopediche per arti inferiori ideata da un artigiano di Treviso, Fulvio Marotto, che aveva accusato Galfione di avergli rubato l’idea e con artifizi ottenuto il brevetto (leggi). L’inviato aveva detto, secondo l’accusa offendendo la reputazione di Galfione, che “Marotto è arrivato tardi, perché il saviglianese aveva già depositato il brevetto e quindi, legalmente, l’idea è del furbetto… che, fiutato il business, si è intascato l’idea”. LT

Limitazioni al diritto di fare video e fotografie al processo per il crollo del ponte Morandi

GENOVA – Associazione Ligure Giornalisti, Ordine dei Giornalisti della Liguria e Gruppo Cronisti Liguri hanno organizzato una manifestazione giovedì 7 luglio, concomitanza della prima udienza del processo per il crollo del Ponte Morandi, tragedia che il 14 agosto 2018 spezzò la vita di 43 persone, per protestare contro le limitazioni alle riprese (leggi). I giornalisti in protesta giudicano lesive della libertà di cronaca le limitazioni imposte, che prevedono la possibilità di registrare solo dieci minuti di video e solo nella prima udienza. GB

Condannati i 4 appartenenti alla famiglia dei Casamonica che aggredirono i giornalisti

ROMA – Sono stati condannati i 4 appartenenti alla famiglia dei Casamonica che l’8 maggio 2018 aggredirono il giornalista Nello Trocchia e l’operatore della Rai Giacomo De Buono, nonché la collega di La7 Micaela Farrocco. Il tribunale di Roma ha disposto anche la condanna generica degli imputati al risarcimento dei danni patiti dal SUGC. Il tribunale con la medesima sentenza ha anche attribuito una provvisionale immediatamente esecutiva a favore del sindacato (leggi qui). GB

Insulti sessisti dai tassisti durante manifestazioni della categoria

NAPOLI – “Selvaggia Lucarelli è una puttana”, hanno gridato al megafono i tassisti che partecipavano ad una manifestazione a Napoli indetta insieme allo sciopero di protesta per rivendicare i loro diritti Il coro è stato ripetuto in tutta Italia nelle varie manifestazioni, e c’erano anche numerose donne. Come riporta Il Giornale (leggi) i video sono stati caricati sui social dove sono diventati virali. Selvaggia Lucarelli, che da tempo pubblica critiche ai tassisti basate su testimonianze di cittadini che segnalano i disservizi, ha replicato alle offese chiedendo aiuto alla rete: “Sto cercando di conoscere l’identità dei tassisti che mi hanno insultata per sporgere denuncia. Se li conoscete mi scrivete in privato?” e ha indicato la sua mail personale per ricevere informazioni. LT

Querelato da ex vicepresidente regionale per diffamazione su diretta Facebook

CATANZARO – La gip/gup Maria Cristina Flesca del tribunale di Catanzaro ha disposto con ordinanza che entro 10 giorni il pm formuli l’accusa contro il conduttore tv Lino Polimeni, che ha condotto e prodotto vari programmi tv (Calabria TV ecc..) e che è spesso ospite di Non è l’Arena su La7. Lo riporta Calabria7 (leggi). Il conduttore è stato querelato dall’ex vicepresidente della Regione Calabria Domenico Tallini per frasi ingiuriose in una diretta su Facebook. Disposta invece l’archiviazione per il reato di minaccia. LT

LE NEWSLETTER PRECEDENTI: LEGGI

AIUTA OSSIGENO

Puoi fare un bonifico o un pagamento PayPal alla Onlus che gestisce l’osservatorio sui cronisti minacciati e l’assistenza legale

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.