Questo episodio rientra tra le violazioni verificate da Ossigeno per l'Informazione

Violazioni verificate

Vicenza. Cronista aggredito mentre fotografa dalla strada un bar di Trissino

E’ accaduto a Marco Milioni di Vicenza Today mentre documentava le restrizioni anti-pandemia – Gli hanno sottratto il telefono 

OSSIGENO – 25 MARZO 2021 – Il 7 marzo 2021, a Trissino in provincia di Vicenza, un uomo, presumibilmente dipendente del lounge bar Madlén, ha aggredito verbalmente il giornalista Marco Milioni, collaboratore di Vicenza Today e si è impossessato del telefono cellulare con il quale scattava fotografie dall’esterno del locale. Il giornalista stava realizzando un reportage tra i locali dell’Ovest vicentino a poche ore dall’entrata in vigore delle nuove restrizioni per la pandemia da covid-19.

IL GIORNALISTA ha fornito questa versione dei fatti. L’aggressore gli ha intimato di cancellare tutte le immagini e ha cercato di strappargli dalle mani una fotocamera. Nella concitazione il cellulare gli è caduto a terra, e gli è stato immediatamente sottratto dall’aggressore che gli ha detto: se lo vuoi riavere prima devi cancellare tutte le foto. Glielo ha restituito soltanto quando stava per arrivare la polizia. Durante la discussione si sono avvicinate al giornalista altre persone, fra loro dipendenti e avventori del locale, che lo hanno minacciato e insultato. Un cliente senza mascherina gli ha gridato in faccia. Una donna ha affermato: «Per che cosa hai fatto le foto? Se è per lavoro, non hai il diritto di farle». Un uomo ha aggiunto: «Siete dei parassiti, voialtri».

A Ossigeno, Marco Milioni ha dichiarato: «Affermare che il giornalista non possa scattare foto o realizzare filmati dalla pubblica via, come ha fatto qualcuno mentre venivo aggredito, è qualcosa di grave e ridicolo al contempo. Ho sempre dato voce ai ristoratori in difficoltà durante le chiusure, ma la libertà di stampa non può valere solo quando fa comodo. Spero che quanto accaduto a me sia utile per una seria riflessione».

IL VIDEO – Marco Milioni è riuscito a difendere la fotocamera e a tenerla accesa per tutta l’aggressione, circa dieci minuti, realizzando un video (vedi qui). Si vedono intorno a lui persone che non intervengono per difenderlo, si sentono anzi in sottofondo insulti contro di lui. Marco Milioni ha chiesto invano agli astanti un cellulare in prestito per chiamare le forze dell’ordine. Alla fine è riuscito ad averlo da un passante che non aveva assistito all’aggressione.

Ha ricevuto la solidarietà dell’Ordine dei Giornalisti (vedi qui), del sindacato veneto dei giornalisti e di altre testate locali (vedi qui).

GB

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.