Ossigeno per l'Informazione segnala questo episodio riservandosi di acquisire ulteriori dettagli significativi prima di inserirlo tra le violazioni verificate

Osservatorio

2021: restano da approfondire 98 probabili violazioni a danno di 248 giornalisti

Ossigeno le segnala auspicando che altre organizzazioni e istituzioni possano farsene carico rendendo pubblico il risultato delle loro verifiche

OSSIGENO 22 febbraio 2022 – Dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021, l’ osservatorio non governativo sui giornalisti minacciati e le notizie oscurate con la violenza in Italia Ossigeno per l’informazione, oltre alle minacce e intimidazioni a danno di 136 giornalisti che è stato in grado di certificare con una approfondita verifica dei fatti applicando il rigoroso Metodo Ossigeno (vedi qui),  ha rilevato altre 98 probabili violazioni del diritto di informazione a danno di 248 operatori dell’informazione italiani (72 donne pari al 27% e 176 uomini), in gran parte giornalisti.

 

                     OSSIGENO PER L’INFORMAZIONE  

           VIOLAZIONI  PROBABILI RILEVATE NEL 2021

Periodo N. dei casi N. giornalisti Uomini Donne
Gennaio – Giugno

22

102

86

16
Luglio – Ottobre

16

30

19

11
Novembre – Dicembre

28

52

35

17
No Green Pass

33

64

36

28
TOTALE 2021

98

248

176

72

Ossigeno per l’Informazione ritiene che ognuno di questi 98 episodi classificati come violazione probabile avrebbe meritato un’attenta verifica, per stabilire se effettivamente – come sembra da un primo esame – essi rappresentano effettive e ingiustificabili violazioni della libertà di stampa e di espressione e se, di conseguenza, i giornalisti e le altre persone che ne sono state danneggiate meritano solidarietà e assistenza. Avendo già impegnato le proprie risorse nella verifica puntuale di altri episodi altrettanto meritevoli di attenzione, l’Osservatorio li segnala auspicando che altre organizzazioni possano farsene carico rendendo pubblico il risultato del loro lavoro, come fa Ossigeno, e informandone il nostro Osservatorio.

Tra gennaio e giugno 2021 (leggi qui) sono stati rilevati 22 episodi ai danni di 102 giornalisti, di cui 16 donne e 86 uomini.

Tra luglio e ottobre 2021 (leggi qui) sono stati rilevati 16 episodi ai danni di 30 giornalisti, di cui 11 donne e 19 uomini.

Tra novembre e dicembre 2021 (leggi qui) sono stati rilevati 28 episodi ai danni di 52 giornalisti, di cui 17 donne e 35 uomini.

Secondo le tipologie con le quali Ossigeno classifica la matrice di queste intimidazioni e minacce, 37 episodi rientrano nella macrocategoria “Avvertimenti”, 22 in “Aggressioni fisiche”, 22 in “Denunce e azioni legali” (si tratta in gran parte di querele pretestuose e infondate), 10 in “Danneggiamenti” e 7 in “Ostacolo all’informazione”. I casi che rientrano in più categorie vengono classificati in quella in cui rientra la violazione più grave.

DA CONTRARI A VACCINAZIONI ANTI COVID – Durante le manifestazioni contro l’introduzione del green pass i giornalisti sono stati spesso presi come bersaglio e sfogo per la rabbia nei confronti delle restrizioni pandemiche. In totale, Ossigeno per l’informazione ha registrato violazioni ai danni di 64 giornalisti durante le manifestazioni contro il green pass, di cui 28 donne e 36 uomini. Dieci episodi, per un totale di 22 giornalisti coinvolti, sono stati segnalati tra i mesi di luglio e agosto (leggi qui), 22 episodi sono stati segnalati tra il 1° ottobre e il 31 dicembre (leggi qui), per un totale di 42 giornalisti coinvolti. GB

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.