Libertà di stampa

9 giugno. L’avvocato Di Pietro: in sette anni difesi gratuitamente oltre 60 cronisti

Il responsabile dell’ufficio legale fa un bilancio e cita alcuni casi. Il sostegno nei processi grazie all’aiuto di una Ong inglese

OSSIGENO 9 giugno 2022 – Sono oltre 60 i giornalisti che Ossigeno per l’Informazione ha difeso gratuitamente dal 2015. Lo ha detto il responsabile dell’Ufficio legale di Ossigeno per l’Informazione, l’avvocato Andrea Di Pietro, intervenendo al convegno “Guerra, pace, informazione – I rischi dei giornalisti. Il caso Ucraina”, in corso a Roma presso la Casa del Jazz.

Andrea Di Pietro ha raccontato la nascita di questo progetto, grazie al sostegno economico di una Ong inglese, e ha illustrato i casi più significativi e le ultime vittorie.

“Attualmente – ha detto – riusciamo ad assicurare una difesa legale a tutti quei giornalisti che non hanno editore o che lo hanno perso in corsa.Tutti i servizi sono finanziati da Media Defence, la ONG di Londra che aiuta i reporter di tutto il mondo per difendere i loro diritti”.
L’iniziativa compie quest’anno sette anni Ossigeno: fornisce assistenza legale specialistica gratuita ai giornalisti, freelance e blogger; sostiene le spese legali necessarie a difenderli nei procedimenti civili e penali per diffamazione.

L’avvocato Di Pietro ha citato, tra tutti, il caso di Filippo Mele, uno degli ultimi presi in carico. Mele – ha raccontato – è un giornalista che quando ha scritto l’articolo “incriminato” aveva un editore, ma tra il primo e il secondo grado di giudizio il giornale ha presentato fallimento. In appello Ossigeno ha preso in carico il caso”.
DEB

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.