Violazioni verificate

Brescello. Sasso scagliato contro l’auto della troupe del Tg2

Giammarco Sicuro e i suoi operatori stavano effettuando riprese video di alcuni immobili confiscati ai clan. Danneggiato il parabbrezza

Il 29 marzo 2018, a Brescello, ignoti hanno danneggiato con un grande sasso, lanciato probabilmente da dietro una siepe, l’automobile a bordo della quale il giornalista Giammarco Sicuro, inviato del Tg2, e la sua troupe si erano recati nella cittadina in provincia di Reggio Emilia, in cui due anni fa il consiglio comunale è stato sciolto a causa di infiltrazioni mafiose. La trope era impegnata a realizzare un servizio giornalistico sulla presenza dei clan. L’operatore Alessandro Cifariello, proprietario dell’auto, ha presentato denuncia ai carabinieri di Brescello.

Non c’erano passeggeri a bordo dell’automobile. L’auto era parcheggiata nei pressi dell’abitazione di Francesco Grande Aracri, considerato dalla Dda di Bologna elemento di spicco dell’omonimo clan di ‘ndrangheta. La troupe aveva terminato le riprese di alcuni immobili del quartiere Cutrello che sono stati confiscati ma sono ancora utilizzati da esponenti dei clan o loro familiari (guarda il servizio).

“In certe zone, la semplice presenza di noi giornalisti scatena reazioni violente”, ha detto Sicuro a Ossigeno. C’è un vero e proprio tiro al bersaglio contro il giornalista. Noi non abbiamo intervistato nessuno, abbiamo fatto soltanto alcune riprese degli immobili confiscati, ma la reazione è arrivata comunque. Questi personaggi si sentono in un fortino”.

Il giornalista ha ricevuto solidarietà dall’Usigrai e dal comitato di redazione del Tg2.

COA – RDM


Aiutaci anche tu a produrre Ossigeno per l’informazione. Puoi farlo nel modo più semplice in tre modi. 1. Scrivendo il nostro codice fiscale 97682750589 sulla tua dichiarazione dei redditi per assegnare il 5 per 1000 alla nostra ONLUS. Così ci fai una donazione senza spendere un euro. 2. Facendo  una donazione via web a Ossigeno e beneficiando di una detrazione fiscale (leggi). Facendo circolare le notizie e i dati di Ossigeno per rompere il muro del silenzio e dell’indifferenza contro gli attacchi al diritto di dire e di sapere ciò che accade.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.