Violazioni verificate

Castel Romano. Una cronista aggredita nei pressi del campo nomadi

Maria Corrao, direttrice de Il Corriere della Città, è stata presa a pugni e calci da due giovani. Ha riportato una prognosi di 10 giorni

Il 22 novembre 2018, nei pressi del campo nomadi di Castel Romano (Roma), la giornalista Maria Corrao, direttrice della testata locale Il Corriere della Città, è stata aggredita con calci e pugni da due giovani, mentre cercava di effettuare delle riprese con il proprio cellulare. La cronista è stata medicata al Pronto Soccorso di Pomezia. Ha avuto una  prognosi di dieci giorni. Poi, il 26 novembre 2018, ha presentato denuncia alla stazione dei Carabinieri di Roma Tor de Cenci.

“Non ho avuto neppure il tempo di avvertire la paura. Sono stata assalita in pochi secondi. Provo rabbia per non essere sono riuscita a documentare l’aggressione”, ha detto la cronista a Ossigeno.

L’Associazione Stampa Romana le ha espresso solidarietà. .

La giornalista aveva accompagnato nella zona una troupe del Tg2, che era interessata a realizzare un servizio sullo stato di degrado del campo rom e sull’abbandono di carcasse di veicoli bruciati nella zona. A un certo punto Maria Corrao ha sentito un trambusto proveniente dai pressi della via Pontina, poco distante dal campo, e si è allontanata dal gruppo. Ha notato un uomo nudo che correva lungo la strada, presumibilmente si era denudato allo scopo di fare fermare le auto e distrarre gli automobilisti per derubarli con l’aiuto di complici appostati nelle vicinanze. Mentre tentava di effettuare con il suo cellulare la ripresa di questa scena, Maria Corrao è stata colpita di sorpresa da una donna, con un pugno in testa; poi è sopraggiunto un uomo. I due le hanno sferrato dei calci. Gli  aggressori hanno tentato di rubarle il cellulare ma la giornalista è riuscita a evitarlo. Quando sono giunti i colleghi di Corrao, gli aggressori sono scappati via.

RDM – FP

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.