EFJ: correggere la direttiva sui whistleblowers

La proposta attuale, oggetto di negoziazione, non è ritenuta adeguata per garantire sufficiente protezione del diritto alla libertà di espressione ai cittadini che rivelano fenomeni di corruzione e malaffare

Il 19 novembre 2018, EFJ (Federazione europea dei giornalisti), EBU (l’Associazione delle rete pubbliche europeee), EMMA (l’Associazione europea delle riviste), ENPA (l’Associazione europea dei giornalie ) and NME (l’Associazione dei media europee) hanno inviato una lettera aperta alle istituzioni europee per chiedere una maggiore protezione dei whistleblowers, cioè dei cittadini che rivelano alla stampa fenomeni di corruzione e malaffare. Il Parlamento europeo e il Consiglio sono attualmente impegnati nella discussione di una nuova direttiva sui whistleblowers.  Secondo le associazioni di categoria la proposta non garantirebbe sufficiente protezione del diritto alla libertà di espressione.

La lettera è disponibile al seguente link: leggi

IF

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.