Questo episodio rientra tra le violazioni verificate da Ossigeno per l'Informazione

Realizzato nell'ambito del progetto OSSIGENO M.A.P. - MONITOR ASSIST AND PROTECT, co-finanziato da GMDF (Global Media Defense Fund), il Fondo creato nell'ambito della Campagna Globale per la Libertà dei Media nel quadro del Piano d'Azione dell'ONU per la Sicurezza dei Giornalisti e la tematica dell'Impunità. Il GMDF è stato sviluppato con l'obiettivo di facilitare la libertà dei media e migliorare l'accesso dei giornalisti ad una tutela legale specializzata e sensibile alla diversità di genere. Gli autori sono responsabili della scelta e della presentazione dei fatti contenuti in questa pubblicazione e delle opinioni ivi espresse, che non sono necessariamente quelle dell'UNESCO e non impegnano l'UNESCO.

Fagnano Olona, giornalista riferisce proteste pazienti, insultata sui social

Veronica Deriu ha dato notizia delle reazioni di alcuni cittadini alla nomina di un medico di base di origini africane. Non siamo razzisti, dicono su Facebook contro di lei. Alla cronista la solidarietà dell’Odg Lombardia

OSSIGENO 13 dicembre 2022 – Veronica Deriu, giornalista, redattrice del quotidiano della Prealpina, a fine novembre 2022 è stata insultata sui social network per aver dato notizia delle proteste di alcuni cittadini di Fagnano Olona (comune di dodicimila abitanti, in provincia di Varese) in merito alla nomina del medico di base scelto in sostituzione del precedente. Veronica Deriu è stata accusata di aver messo in cattiva luce il paese facendolo apparire un covo di razzisti. Alcuni hanno chiesto al Comune di querelarla per diffamazione dell’intera comunità.

LA GIORNALISTA  – Veronica Deriu ha così ricostruito la vicenda per Ossigeno: “A Fagnano Olona il medico di base è andato in pensione. Ha preso il suo posto il dottor Enock Rodrigue Emvolo, nato in Camerun. Le origini africane del medico hanno suscitato malcontento in una piccola parte della popolazione. Altre persone hanno lamentato difficoltà di comunicazione con il medico. In paese si è creata una forte tensione. Io ne ho dato notizia con alcuni articoli pubblicati sul quotidiano La Prealpina tra il 22 e il 23 novembre 2022 (leggi qui e qui)”.

A Ossigeno la giornalista spiega: “Comprendo le tensioni e le difficoltà delle persone, ma ho solo dato notizia di un fatto. Gli insulti non sono accettabili”.

LE REAZIONI – L’Ordine dei giornalisti della Lombardia ha dato solidarietà alla collega con una nota: “Nessuno crede che tutti i cittadini di Fagnano siano razzisti, o condividano quegli insulti e quelle minacce. Questa considerazione, chiara a tutti, non esime però l’Ordine del giornalisti della Lombardia dal condannare quei commenti e dal difendere e dal dare la sua solidarietà a Veronica Deriu, per aver rilevato sulla Prealpina una realtà sgradevole ma che era doveroso raccontare. Qualunque giornalista, al suo posto, avrebbe divulgato la notizia” (leggi qui la nota integrale).

LA SOLIDARIETÀ – Ossigeno per l’informazione esprime solidarietà a Veronica Deriu. Come più volte è stato documentato dal nostro osservatorio, fare cronaca locale, raccontare i fatti sul territorio in cui si verificano è ogni giorno più difficile. Gli articoli della collega sono semplice cronaca di un fatto. Si può esprimere dissenso su quanto viene pubblicato, si può replicare, si può chiedere una rettifica ma non con gli insulti e le intimidazioni. GB

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.