Memoria

Mijatovic chiede giustizia per Anna Politkovskaya

La Russia compia passi concreti per punire i mandanti, chiede la Commissaria per i diritti umani del Consiglio d’Europa  ricordando che sono trascorsi 12 anni dall’assassinio della giornalista d’inchiesta, uccisa a Mosca il 7 ottobre del 2006.

“Il 7 ottobre saranno passati dodici anni da quando Anna Politkovskaya è stata uccisa di fronte all’ascensore del suo appartamento in un palazzo a Mosca. Nel corso di 8 anni, dopo diversi arresti, rilasci e riesami, cinque persone sono state infine condannate per il suo omicidio. Tuttavia, rimane ancora da stabilire chi ne fossero stati i mandanti. (…) Sebbene con il passare del tempo diventi sempre più difficile trovare chi abbia progettato la sua morte, le autorità russe hanno comunque il dovere di ricercare la verità e di dimostrare che stanno compiendo passi concreti e tutti quelli necessari per il perseguimento di questo obiettivo.” sono alcune delle parole contenute nella dichiarazione di Dunja Mijatovic.

La versione integrale in lingua inglese è disponibile a questo link

IF

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.