Libertà di stampa

10 maggio. VIDEO di ”Molta mafia, poche notizie”

Rivedi il convegno-corso di formazione di Ossigeno e OdG Lazio a Montecitorio con il Patrocinio UNESCO. La registrazione di Radio Radicale

Per guardare il video clicca qui

Il convegno “Molta Mafia, poche notizie si è svolto venerdì 10 maggio 2019, dalle 9:00 alle 13:00, a Roma, nella Sala della Regina di Palazzo Montecitorio. E’ stato organizzato dall’Osservatorio “Ossigeno per l’Informazione”, con il patrocinio dell’UNESCO, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Lazio, per celebrare la Giornata internazionale della libertà di stampa-WPFD.

Vi hanno partecipato 180 persone, fra cui 130 giornalisti registrati sulla piattaforma Sigef che hanno avito 6 crediti formativi deontologici, previsti dai partecipanti a questa edizione del corso di formazione dal titolo “Querele intimidatorie, minacce e intimidazioni”.

Fra i relatori: il sen. Pietro Grasso, socio onorario di Ossigeno; Marco Del Mastro, direttore AgCom; la giornalista Marilù Mastrogiovanni (componente della giuria del Premio internazionale Guillermo Cano); la giornalista Maria Grazia Mazzol (inviata speciale del Tg1), il ministro plenipotenziario Fabrizio Petri, presidente del CIDU (il Comitato interministeriale per i diritti umani); la presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, Paola Spadari;  Nadia Monetti, componente dell’esecutivo dell’Ordine nazionale dei Giornalisti; la giornalista Luciana Borsatti, organizzatrice degli incontri di formazione in memoria di Guido Columba; il direttore della FIEG, Fabrizio Carotti; il segretario dell’Associazione Stampa Romana Lazzaro Pappagallo; per Ossigeno: l’avv. Andrea Di Pietro, Raffaella Della Morte, Giuseppe F. Mennella, Alberto Spampinato.

Questi i temi principali trattati dai relatori:

Dati inediti sulle minacce di genere alle giornaliste in Italia. Nuove proposte per estendere la protezione e rafforzare la sicurezza dei cronisti. I pareri di 25 fra esperti e giornalisti minacciati o sotto scorta sul sistema italiano di protezione dei cronisti a rischio. I corsi per giornalisti ed editori previsti dal Piano di Azione Nazionale dell’Onu. Le querele pretestuose e le norme ritenute incostituzionali.

ASP

 


0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.