Ossigeno per l'Informazione segnala questo episodio riservandosi di acquisire ulteriori dettagli significativi prima di inserirlo tra le violazioni verificate

Violazioni probabili

Milano. Tentata intrusione a casa di Klaus Davi mentre lui testimonia a un processo

E’ stato registrato dal sistema di video sorveglianza. Il massmediologo era a Reggio Calabria per il processo all’uomo che 4 anni fa lo minacciò in un bar della città

OSSIGENO 1 luglio 2021 – Il 3 giugno 2021 a Milano, in pieno giorno, alcune persone, rimaste ignote, hanno cercato di introdursi in casa del massmediologo Klaus Davi forzando la porta blindata. Il tentativo è stato registrato dalle telecamere di sorveglianza. Klaus Davi era assente. Si trovava a Reggio Calabria per la prima udienza di un processo contro Nicola Tirintino, legato ad una famiglia della ‘ndrangheta, che lo aveva minacciato 4 anni fa in un bar della città (vedi Ossigeno)

Il tentativo di intrusione è avvenuto durante la pausa pranzo del portiere dello stabile. Non è riuscito forse perché gli sconosciuti sono stati disturbati. Come riporta Il Giorno sull’episodio indaga anche la Digos, che sta visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza. Non si esclude nessuna pista, dai ladri d’appartamento al tentativo di intimidazione per il processo in corso.

LA COINCIDENZA – Klaus Davi, sentito da Ossigeno, si è detto preoccupato per la singolarità della coincidenza e perché fra tanti appartamenti facilmente violabili è stato scelto proprio il suo, che non lascia facili vie di fuga. In mancanza di riscontri oggettivi che autorizzino a ipotizzare un legame con il processo di Reggio Calabria, ha deciso di  attendere che le indagini chiariscano le circostanze. LT

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.