Questo episodio rientra tra le violazioni verificate da Ossigeno per l'Informazione

Violazioni verificate

Monfalcone. Cronista del “Piccolo” perquisita

Tiziana Carpinelli è accusata  di pubblicazione arbitraria di atti processuali per aver indicato l’identità di un presunto violentatore seriale

Una perquisizione giudiziaria è stata eseguita il 9 luglio 2020 presso l’abitazione della giornalista Tiziana Carpinelli e presso la redazione di Monfalcone (Friuli Venezia Giulia) del quotidiano Il Piccolo, il giornale per cui lavora. È stata eseguita dalla Polizia giudiziaria, su disposizione della Procura di Gorizia.

Gli agenti hanno controllato il pc e il cellulare della cronista  per scoprire la fonte di una notizia da lei pubblicata il 2 giugno 2020, in cui dava conto dell’identificazione di un presunto “aggressore seriale”, denunciato da alcune donne per violenza sessuale.

Tiziana Carpinelli adesso è indagata per pubblicazioni arbitraria di atti di un procedimento penale.

SOLIDARIETÀ – Il Comitato di redazione del Piccolo, Ossigeno per l’Informazione, la Fnsi, l’Assostampa e l’Ordine dei giornalisti del Friuli Venezia Giulia; le Commissioni Pari opportunità della Fnsi e dell’Usigrai e GIULIA Giornaliste hanno hanno definito sproporzionata l’iniziativa giudiziaria e  hanno manifestato solidarietà alla giornalista.

“È un episodio – si legge nel comunicato del Cdr – che non ha di fatto precedenti (un caso isolato, nei confronti dei colleghi di giudiziaria, nella redazione di Trieste, risale all’agosto 2006 ) nella storia de Il Piccolo, e può purtroppo essere inteso come un atto intimidatorio verso la stessa professione giornalistica”.

I FATTI – La giornalista ha confermato a Ossigeno di aver seguito per il suo giornale la cronaca di alcuni episodi di violenza che si erano verificati nelle settimane precedenti: uno a Marina Julia, gli altri due a San Canzian (tutti in provincia di Gorizia). Nell’articolo del 2 giugno Tiziana Carpinelli ha riferito i sospetti della polizia secondo i quali l’aggressore possa essere implicato anche in un’altra violenza, ai danni di una 60enne, verificatasi a Palmanova nel mese di maggio.

RDM

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.