Formazione

PODCAST Ossigeno con studenti Barletta su Peppino Impastato e il giornalismo in Puglia

Marilù Mastrogiovanni, Grazia Pia Attolini, Vicenzo Arena, Alberto Spampinato rispondono alle domande di docenti e allievi del Liceo Linguistico “Sacri Cuori” ASCOLTA

OSSIGENO 3 marzo 2022 – Quanto può essere rischioso raccontare verità sgradite? Peppino Impastato e altri ventinove giornalisti italiani sono stati uccisi perché pretendevano di esercitare liberamente il diritto fondamentale di informare e di essere informati. Ancora oggi è rischioso per tanti operatori dell’informazione che fanno giornalismo in terre di mafie.

Il 26 febbraio 2022 Ossigeno ne ha parlato online con gli studenti del Liceo Linguistico “Sacri Cuori” di Barletta, nell’ambito del progetto Semi di Legalità del settore Giovani dell’Azione Cattolica della diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie. Sono intervenuti: Concetta Debitonto (professoressa Liceo “Sacri Cuori”), Angelo Larosa (vicepresidente Azione Cattolica diocesana), Grazia Pia Attolini (coordinatrice di Ossigeno-Cercavano la verità), Vincenzo Arena (giornalista), Alberto Spampinato (presidente di Ossigeno), Marilù Mastrogiovanni (giornalista investigativa che ha subito numerose minacce e intimidazioni a causa del suo lavoro), Suor Gianfranca Petruzzella (preside del Liceo “Sacri Cuori”).

Tante le domande e le curiosità degli studenti. Cosa ha spinto l’associazione a prendere le difese dei giornalisti? Che tipo di minacce hanno subito nel corso del tempo? Com’è cambiato il modo di operare della mafia dai tempi di Peppino Impastato ad oggi? Hanno chiesto.

Particolarmente sentita da parte delle classi la testimonianza di Marilù Mastrogiovanni alla quale gli studenti hanno domandato se ci sia stato un momento in cui ha pensato di abbandonare il suo impegno di giornalista investigativa e come poter riconoscere concretamente i segni della criminalità organizzata nel loro quotidiano.

Il presidente di Ossigeno ha dedicato una riflessione alla guerra in Ucraina dichiarando di aderire idealmente alle manifestazioni in corso in Italia per chiedere la pace e il rispetto della sovranità dell’Ucraina. “Essere qui oggi – ha aggiunto Marilù Mastrogiovanni – è un modo per manifestare il nostro disseso alla guerra, perchè parlare con i giovani di mafia e diritti negati, di democrazia e libertà di espressione vuol dire praticare pace”.

Per riascoltare le domande degli studenti e gli interventi, Ossigeno ha creato un podcast disponibile gratuitamente su Spreaker.

Ascolta “Peppino Impastato e il giornalismo in terre di mafie” su Spreaker.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.