Violazioni probabili

29 probabili violazioni della libertà di stampa – maggio 2018

Sono in tutto 29 i giornalisti, i blogger e altri operatori dell’informazione presi di mira recentemente in Italia con minacce, intimidazioni, abusi

Ossigeno per l’Informazione ritiene che ognuno degli episodi qui di seguito segnalati meriti un’attenta verifica, per stabilire se – come sembra da un esame sommario – essi rappresentano effettive e ingiustificabili violazioni della libertà di stampa e di espressione e se, di conseguenza, i giornalisti e le altre persone che ne sono state danneggiate meritano solidarietà e assistenza. Avendo già impegnato le proprie risorse nella verifica puntuale di altri episodi altrettanto meritevoli di attenzione, l’Osservatorio auspica che altre organizzazioni possano farsene carico rendendo pubblico il risultato del loro lavoro, come fa Ossigeno.

  1. Roberto Saviano
    ROMA – Processo presso il Tribunale di Roma per 25 persone del gruppo Stormfront per insulti e minacce allo scrittore Roberto Saviano. Il gruppo nel 2012 aveva preso nel mirino Savaino e altre personalità, fra questi anche l’allora sindaco di Lampedusa Giusy Niccolini. “L’ebreo Saviano vuole candidare un negro come sindaco di Castelvolturno” quanto avevano scritto contro lo scrittore campano.
    Lo riportano il 28 maggio 2018 la Repubblica e Globalist (La Repubblica: http://www.repubblica.it/cronaca/2018/05/28/news/saviano_in_tribunale_contro_stormfront_vista_la_china_politica_oggi_questi_cialtroni_devono_farci_paura_-197565170/, Globalist: http://www.globalist.it/letture/articolo/2018/05/28/saviano-ai-nazisti-di-stormfront-siete-cialtroni-senza-coraggio-2025081.html)
  2. Klaus Davi, Massimo Giletti
    MEZZOJUSO (Palermo) – Il sindaco di Mezzojuso (PA) Salvatore Giardina ha annunciato in diretta televisiva di avere querelato per diffamazione Massimo Giletti e Klaus Davi, conduttore e collaboratore della trasmissione telvisiva Non è l’Arena (La7), per i servizi sulla vicenda di tre sorelle, proprietarie di un’azienda agricola, vittime di mafia.
    Riporta la notizia PalermoMania il 28 maggio 2018 (https://www.palermomania.it/news/cronaca-e-politica/mafia-sindaco-di-mezzojuso-annuncia-in-tv-ho-querelato-giletti-e-klaus-davi-video-100054.html)
  3. Luca Abete
    AVERSA (Caserta) – L’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete è stato minacciato da un parcheggiatore abusivo ad Aversa: “Avrai una buona ‘paliata’ un giorno di questi”.
    Abete era tornato in alcune zone della cittadina campana ad un anno da un precedente servizio sui parcheggiatori abusivi.
    Lo riporta CasertaNews il 26 maggio 2018 (http://www.casertanews.it/attualita/luca-abete-torna-ad-aversa-minacce-dal-parcheggiatore-abusivo-video.html)
  4. Christian Cinti
    PETRORO (Perugia) – Con due email non firmate inviate dall’indirizzo dell’abbazia ortodossa di San Martino del Castello di Petroro (PG) il giornalista Christian Cinti e la redazione di TuttOggi.info sono stati minacciati di querela e “invitati” a cancellare due articoli su un’indagine della Guardia di Finanza sull’Abbazia, pena la richiesta di sequestro del sito nel caso in cui in 24 ore non fossero stati cancellati gli articoli ritenuti diffamatori.
    Lo denuncia TuttOggi.info il 25 maggio 2018 (http://tuttoggi.info/riflessioni-sulle-querele-temerarie-dopo-larresto-dellarcivescovo-di-san-martino/455523/)
  5. OggiTreviso
    TREVISO – Il Presidente di Coldiretti Treviso, Walter Feltrin, parlando di fake news ha minacciato di querelare il giornale online Oggi Treviso per aver pubblicato l’articolo “Fino a 7 fungicidi nella stessa bottiglia di Prosecco” che riporta alcuni dei dati di un dossier pubblicato sul mensile Il Salvagente sulla presenza di pesticidi (non oltre le quantità consentite per legge) nel Prosecco.
    Lo denuncia OggiTreviso il 25 maggio 2018 (http://www.oggitreviso.it/coldiretti-minaccia-querele-dopo-gli-articoli-sul-prosecco-187249)
  6. Attilio Bolzoni, Ezio Mauro
    ROMA – I giornalisti Attilio Bolzoni ed Ezio Mauro, redattore e allora direttore de La Repubblica, e il gruppo editoriale L’Espresso sono stati condannati dal tribunale civile di Roma a risarcire 15mila euro al generale Mario Mori.
    Il generale dei Ros aveva querelato per diffamazione Bolzoni per l’articolo «Il Ros al tempo di Mori, quando le indagini finivano in un labirinto» pubblicato su Repubblica il 28 settembre 2014.
    Ne danno notizia tra gli altri il 24 maggio 2018 Il Giornale e Il Foglio (Il Giornale: http://www.ilgiornale.it/news/politica/repubblica-condannata-mori-non-aiut-mafia-1531279.html, Il Foglio: https://www.ilfoglio.it/bordin-line/2018/05/24/news/perche-il-processo-trattativa-non-finira-mai-196506/)
  7. Domenico Rosiello
    CALVIZZANO (Napoli) – Commento anonimo ad un articolo del blog Calvizzano Web augura la sua morte “come Pippo Fava” al giornalista Domenico Rosiello.
    Nel messaggio si legge: “Mi piacerebbe tantissimo vedere, pardon leggere, di Mimmo Rosiello alla Pippo Fava e non solo”.
    Il commento è apparso nella notte tra il 21 e il 22 maggio sul blog gestito da Rosiello sotto un articolo in cui si parlava di Pippo Fava, giornalista ucciso dalla mafia nel 1984.
    Ne da notizia il 23 maggio 2018 Tele Club Italia (http://www.teleclubitalia.it/142223/come-giancarlo-siani-e-pippo-fava-minacce-ai-giornalisti-a-calvizzano-e-torre-annunziata/)
  8. Giornali Parma
    PARMA – Le redazioni di alcune testate giornalistiche di Parma hanno ricevuto dai militanti di Forza Nuova una mail in cui vengono “invitati” ad una “passeggiata della sicurezza” minacciando presidi sotto le sedi dei giornalisi se i giornalisti non interverranno alla manifestazione. «Aspettiamo una vostra risposta, nel caso contrario provvederemo ad organizzare dei presidi sotto le vostre sedi» si legge nell'”invito”.
    Sul caso sono intervenuti per esprimere solidarietà la Fnsi, l’Aser, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e i cdr di alcune delle testate destinatarie del messaggio.
    Lo riportanto il 21 maggio 2018 ParmaToday, la Fnsi, Articolo21, La Gazzetta di Parma (PalermoToday: http://www.parmatoday.it/attualita/forza-nuova-minaccia-stampa-pizzarotti.html, Articolo21: https://www.articolo21.org/2018/05/parma-da-forza-nuova-invito-con-minaccia-a-organi-di-stampa-fnsi-e-aser-no-a-metodi-fascisti/, Gazzetta di Parma: https://www.gazzettadiparma.it/news/parma/515242/da-forza-nuova-un-intimidazione-alla-stampa.html, Fnsi: http://www.fnsi.it/parma-da-forza-nuova-invito-con-minaccia-ai-media-locali-fnsi-e-aser-no-a-metodi-fascisti)
  9. Marco Pasqua
    ROMA – Una scritta contro il giornalista Marco Pasqua de Il Messaggero è comparsa il 19 maggio 2018 sul muro di cinta dell’Università La Sapienza nel quartiere San Lorenzo a Roma.
    “Marco Pasqua infame” è il messaggio per il giornalista che spiega su Il Romanista, che ne da notizia, come la scritta potrebbe essere ricollegabile ad alcuni articoli sul fenomeno delle feste abusive organizzate da alcuni studenti de La Sapienza.
    Ne danno notizia il 19 maggio 2018 tra gli altri RomaToday, Giornalistitalia e Il Romanista (GiornalistItalia: http://www.giornalistitalia.it/intimidazione-al-giornalista-marco-pasqua/, RomaToday: http://www.romatoday.it/cronaca/marco-pasqua-infame-scritta-san-lorenzo.html)
  10. Vittorio Sgarbi, Alessandro Sallusti
    MONZA – Il Tribunale di Monza ha condannato il critico d’arte ed editorialista, nonché giornalista, Vittorio Sgarbi e il giornalista Alessandro Sallusti rispettivamente a 6 e 3 mesi di carcere per l’accusa di diffamazione aggravata per il primo, e di omesso controllo per il secondo, nei confronti del magistrato Nino Di Matteo. Non applicata la sospensione condizionale.
    Il magistrato aveva sporto querela dopo un articolo scritto da Sgarbi dal titolo “Quando la mafia si combatte solo a parole” e pubblicato su Il Giornale nel gennaio 2014 che all’epoca era diretto da Alessandro Sallusti.
    La sentenza è stata emessa dal giudice Francesca Bianchetti che ha inoltre riconosciuto una provvisionale di 40 mila euro in favore Di Matteo, sostituto della Direzione nazionale antimafia.
    Ne danno notizia il 18 maggio 2018 tra gli altri il Giornale di Sicilia e Il Fatto Quotidiano (Giornale di Sicilia: http://gds.it/2018/05/18/articolo-diffamatorio-giudice-di-matteo-condannati-sgarbi-e-sallusti_853472/, Il Fatto Quotidiano: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/05/18/diffamazione-riina-complice-di-di-matteo-sgarbi-e-sallusti-condannati-risarcimento-per-il-pm/4365073/)
  11. Pietro Lambertini
    ABRUZZO – Il giornalista Pietro Lambertini, redattore de Il Centro, ha ricevuto una telefonata dal tono intimidatorio da parte del presidente della regioen Basilicata Luciano D’Alfonso sopo che lo stesso era stato assolto nel processo di secondo grado “Mare-Monti”.
    Lo hanno denunciato Sga, Ordine dei giornalisti della Basilicata e Cdr de Il Centro in una nota di solidarietà al giornalista.
    Ne da notizia il 18 maggio 2018 Impronta l’Aquila (http://www.improntalaquila.com/2018/05/18/solidarieta-di-sga-ordine-e-cdr-al-giornalista-del-centro-pietro-lambertini-respingiamo-ogni-intimidazione/)
  12. Stefano Prestisimone
    NAPOLI – Il giornalista Stefano Prestisimone è stato aggredito il 17 maggio 2018 al Palabarbuto di Napoli al termine della partita del Cuore Napoli basket retrocesso in serie B. Il padre di uno dei giocatori ha insultato e minacciato il giornalista accusandolo di avere criticato il figlio durante il campionato. L’uomo è stato trattenuto dall’aggredire Prestisimone da altri giornalisti presenti sul posto.
    Lo denuncia il presidente dell’Odg Campania Ottavio Lucarelli.
    Riporta la notizia l’Occhio di Napoli il 18 maggio 2018 (http://www.occhiodinapoli.it/giornalista-insultato-minacciato-basket/)
  13. Nuovo Levante
    CHIAVARI – L’ex sindaco di Chiavari Roberto Levaggi con una nota stampa ha annunciato querela contro il settimanale Il Nuovo Levante dopo la pubblicazione di una foto in cui compare con alcuni dirigenti e amministratori indagati in una inchiesta su smaltimento delel alghe e presunte irregolarità nelle gare di appalto. Nella didascalia alla foto il giornale specificava che Levaggi non era tra gli indagati.
    Ne da notizia Il Nuovo Levante il 18 maggio 2018 (http://ilnuovolevante.it/cronaca/caso-rifiuti-levaggi-minaccia-querele-al-nuovo-levante/)
  14. Giornalisti La Repubblica e de Il Locale News
    ERICE (Trapani) – Il sindaco di Erice (TP) Daniela Toscano ha annunciato querela contro i giornali La Repubblica e Il Locale News per le notizie pubblicate su un intervento dei carabinieri presso gli Uffici comunali. Il primo cittadino ha smentito la notizia e ha ccusato i giornalisti di aver divulgato “ad arte” la notizia con l’intenzione di condizionare la campagna elettorale in corso a Trapani, dove tra gli altri è candidato l’ex sindaco di Erice Giacomo Tranchida.
    Ne ha dato notizia il 17 maggio 2018 Tvio (http://www.tvio.it/2018/05/17/erice-la-sindaca-smentisce-e-minaccia/)
  15. Lina Carpinteri
    RAGUSA – Il gip del tribunale di Ragusa ha archiviato la querela per diffamazione nei confronti della giornalista Lina Carpinteri presentata dall’ex assessore del comune di ragusa, oggi deputato regionale, Stefania Campo. La denuncia per un’inchiesta pubblicata su Tele Nova a partire dal novembre del 2015. Secondo il giudice “la critica riversata negli articoli di stampa è basata su dati di fatto sostanzialmente corretti e non falsi, e non presenta toni che sfociano nella gratuita denigrazione ed offesa personale”.
    Ne ha dato notizia Telenova Ragusa il 17 maggio 2018 (http://www.telenovaragusa.it/2018/05/17/caso-stefania-campo-corretti-gli-articoli-di-tele-nova-cade-laccusa-di-diffamazione/)
  16. Anna Mossuto
    ANCONA – La giornalista Anna Mossuto, direttore del Corriere di Viterbo, a processo per omesso controllo ad Ancona per aver ospitato sul proprio giornale una intervista dell’ex direttore dell’Ater che accusava il pm Petroselli di aver condotto nei suoi confronti diversi procedimenti mosso da intento persecutorio e di rapporto confidenziale d lgiudice con una dipendente dell’Ater ed ex assessore regionale alel politiche giovanili della giunta Polverini, Angela Birindelli.
    Riporta la notizia Tusciaweb.eu il 13 maggio 2018 (http://www.tusciaweb.eu/2018/05/strana-passeggiata-tra-pm-e-birindelli-gigli-e-giornalista-rinviati-a-giudizio/)
  17. Francesco Scollo
    CATANIA – Il giornalista Francesco Scollo, LiveSicilia, minacciato e insultato sui social dopo la pubblicazione di un articolo su un’operazione dei Carabinieri.
    Sull’episodio è intervenuta l’Assostampa Catania che ha espresso solidarietà al cronista.
    Ne da notizia l’Assostampa Sicilia il 12 maggio 2018 (https://www.assostampasicilia.it/flash/894-solidariet%C3%A0-assostampa-a-cronista-minacciato.html)
  18. Paolo Borrometi
    ROSOLINI (Siracusa) – Il Preside dell’Istituto Superiore “Archimede” di Rosolini (SR) annulla incontro tra gli studenti e il giornalista Paolo Borrometi. L’incontro, organizzato dal rappresentante d’Istituto, si sarebbe dovuto tenere il 22 maggio 2018.
    Si tratterebbe di una questione di “opportunità” dopo le recenti minacce al giornalista e per la presenza della scorta in un luogo poco adatto.
    Dopo la replica di Borrometi e l’intervento della Fnsi, l’incontro si terrà, su invito del sindaco di Rosolini, Corrado Calvo, il 21 maggio presso l’Auditorium “Attilio del Buono” della scuola media “Giorgio La Pira” alla presenza degli studenti di tutte le scuole.
    Lo riportano tra gli altri l’11 maggio 2018 Radio Rtm, La Sicilia, Il Giornale di Sicilia (Radio RTM: https://www.radiortm.it/2018/05/11/371139/, La Sicilia: http://www.lasicilia.it/news/home/159924/rosolini-si-terra-l-incontro-con-gli-studenti-del-giornalista-borrometi.html, Giornale di Sicilia: http://siracusa.gds.it/2018/05/11/annullato-in-una-scuola-di-rosolini-lincontro-con-borrometi-fnsi-brutto-segnale_849423/)

    Leggi le altre probabili violazioni già segnalate da Ossigeno

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.