Libertà di stampa

Querele. Commissaria per i Diritti Umani apprezza lavoro Ossigeno

Dunja Mijatovic chiede più cooperazione e sinergia fra i centri di monitoraggio a livello internazionale e gli osservatorii nazionali

OSSIGENO 20 ottobre 2022 – In apertura della Conferenza Europea Anti-SLAPP che si è svolta a Strasburgo giovedì 20 ottobre 2022, La Commissaria per i Diritti Umani del Consiglio d’Europa, Dunja Mijatovic, ha elencato numerose misure e iniziative contro il fratello delle minacce e delle querele temerarie contro giornalisti e attivisti e ha raccomandato in particolare di valorizzare il lavoro dei centri di monitoraggio a livello nazionale esistenti in alcuni paesi, come Ossigeno per l’Informazione in Italia.

Le querele temerarie, le minacce per chiudere la bocca a giornalisti e attivisti aumentano incontrastate quasi ovunque anche in Europa, “la situazione – ha detto – è preoccupante, ma non disperata” se si comincia a reagire in modo adeguato, unendo le forze e realizzando maggiore cooperazione fra le istituzioni e le associazioni in campo, realizzando più sinergia e più cooperazione fra le attività di monitoraggio e di assistenza svolte a livello nazionale e internazionale, valorizzando l’ attività dei centri di monitoraggio che hanno dato buona prova in alcuni paesi: in particolare Ossigeno per l’l’Informazione in Italia e PDLI in Spagna

“La mia esperienza di collaborazione con associazioni internazionali (come i partner della Piattaforma del Consiglio d’Europa) e nazionali (come Ossigeno per l’informazione in Italia e la Piattaforma per la Difesa della Libertà d’Informazione in Spagna, per citarne alcuni) rafforza il mio apprezzamento per il loro lavoro e la convinzione che esista un potenziale per un’ulteriore cooperazione in tutta Europa”, ha detto Dunja Mijatovic.

“Dovremmo rafforzare le sinergie tra le esperienze di monitoraggio a livello nazionale e internazionale per fornire un monitoraggio indipendente, completo, affidabile e tempestivo delle violazioni. Dovremmo fornire assistenza alle vittime e promuovere la consapevolezza dei problemi che devono affrontare. Chi controlla il flusso di informazioni e può influenzare la libertà di espressione ha un grande potere. Dobbiamo garantire che questi aspetti fondamentali delle attività umane e della democrazia rimangano liberi e al servizio dell’interesse pubblico”.

Le SLAPP (acronimo inglese di “cause giudiziarie strategiche per ridurre la partecipazione pubblica”, ndr), ha sottolineato, sono la minaccia più pericolosa alla libertà di espressione e al dissenso dopo la violenza fisica. ASP

Leggi il testo integrale del discorso di Dunja Mijatovic

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.