S.O.S. Cronisti. Ossigeno e Asr incontrano redazioni

Al via i primi tre incontri con i giornalisti dell’Agenzia Dire, di Avvenire e di HuffingtonPost. In calendario altri appuntamenti. Obiettivo: rompere il muro della solitudine e accrescere consapevolezza

Esponenti di Ossigeno e dell’Associazione Stampa Romana stanno presentando alle redazioni giornalistiche della Capitale il servizio di orientamento e di assistenza di nuova istituzione denominato “S.O.S. Cronisti”. I primi incontri si sono svolti dal 9 al 12 luglio 2018 nelle redazioni dell’Agenzia Dire, di Avvenire e dell’Huffington Post. Prima della pausa estiva sono previsti incontri con “La Repubblica” e La Stampa” e a settembre con “Il Corriere della Sera.

Agli incontri hanno partecipato il segretario di ASR, Lazzaro Pappagallo, Loredana Colace del direttivo di ASR, il presidente di Ossigeno, Alberto Spampinato, la responsabile del monitoraggio, Raffaella Della Morte, e altri rappresentanti delle due associazioni.

Ossigeno per l’Informazione e l’Associazione Stampa romana hanno dato il via ad una serie di incontri con le redazioni delle testate nazionali per presentare lo sportello

Sos Cronisti è uno sportello accessibile via telefono o via mail a cui può rivolgersi, per avere consiglio e assistenza in modo riservato, chiunque ritiene  di aver subito attacchi ingiustificati o pressioni indebite durante lo svolgimento di un’attività informativa di tipo giornalistico. Il servizio è disponibile anche per chi non è iscritto al sindacato.

S.O.S. è un telefono amico che permette di consultare degli esperti. E’ un punto di ascolto e di sostegno. E’ uno strumento a disposizione dei cronisti e blogger che subiscono intimidazioni per aiutarli a rompere l’isolamento e il muro della solitudine. S.O.S. è uno strumento per indirizzare  i cronisti in difficoltà e aiutarli a trovare il modo migliore di difendere i loro diritti, individuando di volta in volta lo strumento più idoneo tra quello sindacale, deontologico e legale.

RDM

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.