Violazioni verificate

Minacciò giornalista Guastella. Arrestato

Contestata la violenza privata con l’aggravante del metodo mafioso. L’episodio si verificò a Siracusa nell’aula della Corte d’Assise e fu subito denunciato

A Siracusa il 9 novembre 2018, la Squadra mobile ha messo agli arresti domiciliari Umberto Montoneri, 56 anni, l’uomo che, insieme ad altri, ha minacciato il giornalista Pino Guastella, direttore del giornale online “Diario 1984”, intimandogli di non pubblicare altri articoli su suo cognato, Gianfranco Urso, attualmente detenuto, appartenente al clan mafioso Bottaro-Attanasio.

L’arresto è stato disposto dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania con l’accusa di violenza privata consumata e continuata, aggravata dall’utilizzo del metodo mafioso. 

Le minacce furono proferite il 1 ottobre 2018, a Siracusa, nell’aula della Corte d’Assise, durante un’udienza, nell’area riservata al pubblico.

Ossigeno per l’Informazione aveva segnalato l’episodio fra quelli in attesa di verifica, riferendo che Guastella aveva denunciato il fatto e l’Associazione della Stampa gli aveva espresso solidarietà.

Negli ultimi 12 mesi, in Italia, questa è la quinta volta che la magistratura contesta agli aggressori dei giornalisti l’aggravante del metodo mafioso. Una aggravante che fa scattare l’arresto.

ASP

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.