Memoria

SPI CGIL. Il Pannello della Memoria nella sede del sindacato pensionati

Consegnato a Roma nel corso di un incontro con il segretario generale Ivan Pedretti. In programma iniziative congiunte

Lo SPI CGIL, il grande sindacato italiano dei pensionati con oltre due milioni di iscritti ha deciso di esporre nella sua sede nazionale di Roma, in via dei Frentani, il Pannello della Memoria di Ossigeno per l’Informazione con i nomi e i volti dei 28 giornalisti italiani uccisi a causa del loro lavoro.

La cerimonia di consegna si è svolta a Roma il 19 febbraio 2018 nella sede nazionale del sindacato. Presenti il segretario generale Ivan Pedretti, il segretario responsabile per le politiche organizzative, Attilio Arseni, e Lorenzo Mazzoli, responsabile del Dipartimento Organizzazione. Per Ossigeno, erano presenti il presidente Alberto Spampinato e il segretario generale Giuseppe Federico Mennella.

“Non pensavo fosse così, ma sono davvero tanti i giornalisti che in Italia vengono quotidianamente intimiditi e minacciati”,  ha detto il segretario generale Pedretti a proposito del quadro della situazione rappresentato da Ossigeno. “E purtroppo – ha aggiunto – sono tanti quelli che negli anni hanno perso la vita per mano delle mafie, del terrorismo e delle guerre mentre facevano il loro mestiere. Anche fra i sindacalisti onesti e coraggiosi ci sono stati tanti minacciati e uccisi. Anche noi siamo impegnati a ricordare il loro esempio e a fare conoscere le stagioni storiche in cui hanno svolto il loro impegno. Vogliamo lavorare insieme a Ossigeno – ha concluso Pedretti –  perché vedo bene fa una campagna civile che non interessa soltanto i giornalisti, ma in difesa della libertà di informazione, e quindi in difesa della  democrazia del nostro Paese”.

“Siamo onorati che il Pannello sia esposto nella sede di questo grande sindacato che, tra l’atro, considera una delle sue missioni proprio la cura e la trasmissione della memoria”, ha detto Spampinato.

Il pannello è stato consegnato alle più alte cariche dello Stato, ad altre istituzioni nazionali e locali, e a univeristà e istituti scolastici.

Leggi tutte le notizie sul Pannello della Memoria

VIDEO. Perché il Pannello della memoria nelle scuole e nei comuni

RDM

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.