Libertà di stampa

10 maggio. Carotti (Fieg), mercato non tutela pluralismo informazione

Il direttore della Fieg ha sottolineato la necessità di una “tutela legislativa e finanziaria dello Stato” per garantire un giornalismo professionale di qualità

“Per raggiungere soluzioni condivise, è necessario un tavolo permanente che analizzi la funzione sociale del giornalista e la percezione del suo ruolo da parte dei cittadini”. Lo ha detto Fabrizio Carotti, direttore della Fieg, intervenendo il 10 maggio 2019 al convegno organizzato da Ossigeno per l’Informazione alla Camera dei deputati, dal titolo “Molta mafia, poche notizie”, invitando il legislatore a lavorare in questa direzione.

“L’Osservatorio di Ossigeno per l’Informazione – ha sottolineato Carotti – ogni anno ci ricorda che il numero delle minacce è in costante aumento. Ieri in audizione in Commissione Giustizia al Senato – ha proseguito – abbiamo ribadito l’urgenza di intervenire sulle liti temerarie. Nella società attuale, la domanda di informazione è sempre più alta ma mancano risorse per garantire un giornalismo di qualità e norme che assicurino un livello più alto di tutele e controlli”.

DEB

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.