Libertà di stampa

3 maggio. Grasso: presto una legge contro querele temerarie

Il senatore ha ricordato che la libertà di stampa è necessaria per la trasparenza amministrativa e per  bloccare abusi e corruzione. “Verità e giustizia sono essenziali”

“Spero che presto il Parlamento approvi una legge in grado di frenare quelle querele temerarie che troppo spesso bloccano l’attività dei giornalisti”, ha detto il senatore Pietro Grasso,  prendendo la parola il 3 maggio 2018 alla Casa del Jazz di Roma alla celebrazione della Giornata Mondiale della Libertà di Stampa, promossa da Ossigeno in collaborazione con l’Agcom e con il patrocinio dell’UNESCO.

Il senatore ha ricordato l’importanza della libertà di stampa per garantire la “trasparenza dell’attività delle istituzioni e per bloccare gli abusi e frenare la corruzione”. Deve essere riconosciuta come “una delle libertà fondamentali,  ha detto Grasso assicurando il suo impegno. “In Italia e nel mondo – ha osservato – ci sono giornalisti che ogni giorno combattono per garantire questo diritto all’informazione, in un conflitto quotidiano tra la passione, il dovere di informare e la pretesa del silenzio che spesso si trasforma in intimidazioni e minacce”.

I giornalisti italiani, ha ricordato l’ex presidente del Senato, lavorano per garantire a tutti il diritto di essere informati. Ha poi rivolto un saluto ai cronisti sotto scorta e un pensiero ai 28 giornalisti italiani uccisi perché “cercavano la verità”. Lo ha detto indicando il Pannello della Memoria di Ossigeno, esposto alla Casa del Jazz accanto alla lapide con i nomi delle 900 vittime delle mafie. “Quel pannello – ha detto – mi è stato donato da Ossigeno e lo conservo nel mio ufficio. Nella mia precedente funzione di magistrato sono sempre stato accanto a quei giornalisti che hanno aiutato a cercare la verità. Perché cercare la verità e la giustizia sono compiti essenziali in una società civile”.

RDM


Aiutaci anche tu a produrre Ossigeno per l’informazione. Puoi farlo nel modo più semplice in tre modi. 1. Scrivendo il nostro codice fiscale 97682750589 sulla tua dichiarazione dei redditi per assegnare il 5 per 1000 alla nostra ONLUS. Così ci fai una donazione senza spendere un euro. 2. Facendo  una donazione via web a Ossigeno e beneficiando di una detrazione fiscale (leggi). Facendo circolare le notizie e i dati di Ossigeno per rompere il muro del silenzio e dell’indifferenza contro gli attacchi al diritto di dire e di sapere ciò che accade.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.