Violazioni verificate

“Attenta a quel che scrivi”. 3 arrestati

Disposta dal Prefetto una vigilanza per la giornalista Barbara Ciarcia, corrispondente del “Mattino” dalla provincia di Avellino

Il Comitato per l’Ordine e la sicurezza pubblica di Avellino, giovedì 11 aprile 2019, su proposta del Prefetto, ha deciso di assegnare una protezione (una vigilanza) a Barbara Ciarcia, giornalista, corrispondente de Il Mattino, insegnante, e presidente del Consiglio comunale di Venticano in provincia di Avellino, dove vive.

La decisione è stata adottata in seguito alle minacce ricevute dalla giornalista quattro giorni prima (nel tardo pomeriggio di domenica 7 aprile), mentre si trovava all’interno del negozio gestito dai suoi familiari a Castello del Lago.

“Stai attenta a quello che scrivi”, le aveva detto un uomo che era accompagnato da due persone che non le sembrarono italiani. Detta quella frase i tre si sono dileguati. L’uomo le ha fatto intendere che doveva preoccuparsi anche per il negozio dei suoi genitori.

La giornalista ha avvertito subito i carabinieri di Mirabella Eclano e poi ha formalizzato la denuncia. La sua descrizione ha permesso di individuare l’auto dei tre. Si tratterebbe di persone che successivamente hanno messo in atto altre minacce e richieste estorsive ai danni di automobilisti. I tre sono sono stati arrestati per violenza privata e minacce aggravate. Trattenuti ai domiciliari per 24 ore, poi sono stati scarcerati (leggi).

SOLIDARIETA’ – Alla cronista hanno espresso solidarietà l’Ordine di Giornalisti della Campania, il Sindacato e l’Unci regionale. Diffusa solidarietà anche dal mondo politico.

LA GIORNALISTA – “Ho sentito forte la solidarietà di tutti e la vicinanza dei colleghi e delle forze dell’Ordine. Ritengo, e colgo l’occasione per lanciare un appello a tutti, che sia importantissimo denunciare questo tipo di episodi”, ha detto la giornalista a Ossigeno.
Ciarcia ha precisato di non essersi occupata, recentemente, di nessun “episodio scomodo” ma di aver scritto, in passato, su vicende nelle quali era coinvolto lo stesso uomo che l’ha minacciata.

RDM

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.