Questo episodio rientra tra le violazioni verificate da Ossigeno per l'Informazione

Violazioni verificate

Avola. Insulti web a Borrometi. Un uomo condannato a 4 mesi

Post offensivi pubblicati nel 2017. Ha patteggiato. Poiché ha precedenti penali, deve scontare la pena in carcere

Il 9 settembre 2020 il Tribunale di Ragusa ha condannato per diffamazione, a 4 mesi di reclusione, Sebastiano Casto, un uomo di Avola (Siracusa) già condannato per altri reati, che nel 2017 aveva insultato il giornalista Paolo Borrometi. Quest’ultimo, vice direttore dell’Agenzia Agi e direttore del sito La Spia, dal 2014 vive sotto scorta per le sue inchieste.  Sebastiano Casto ha patteggiato la pena. A causa di precedenti condanne, non potrà usufruire del beneficio della sospensione condizionale della pena.

“Non si deve mai esultare quando una persona va in galera – ha commentato Paolo Borrometi per Ossigeno – ma è importante che il messaggio che chi delinque viene condannato passi”.

Sebastiano Casto aveva commentato in modo offensivo alcuni articoli, pubblicati sulla pagina Facebook del sito La Spia, e relativi al sostegno che le famiglie vicine alla criminalirà organizzata offrivano ad alcuni candidati alle elezioni amministrative di Avola. In particolare l’uomo si era risentito per due articoli, intitolati rispettivamente: “Le elezioni di Avola, il sostegno delle ‘famiglie’ e le pericolose frequentazioni del consigliere comunale” e “Il delinquente Sebastiano Casto ‘ordina’ e minaccia. Ecco chi è Casto”.

RDM

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.