Aggiornamenti

Bari. Condannata la mafiosa che aggredì la giornalista RAI Maria Grazia Mazzola

di Marilù Mastrogiovanni – A 16 mesi di reclusione il Tribunale ha contestato l’aggravante del metodo mafioso come per Daniele Piervincenzi a Ostia.

OSSIGENO 17 aprile 2021 – Monica Laera, boss del quartiere Libertà di Bari è stata condannata in primo grado, dal gup del Tribunale del capoluogo pugliese Giovanni Anglana, ad un anno e 4 mesi di reclusione (sconto di pena dovuto a seguito del rito abbreviato) per l’aggressione e le minacce di morte nei confronti di Maria Grazia Mazzola, inviata del Tg1. E’ stato riconosciuto il metodo mafioso come strumento di controllo del territorio e intimidazione nei confronti della giornalista.

Risarcimento danni alle parti civili. Il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho: “Serve un protocollo per proteggere i giornalisti in maniera preventiva, nel corso delle loro inchieste”. Carlo Verna (presidente Odg) propone un’ aggravante per chi cerca di impedire l’esercizio dell’informazione

Continua a leggere su Il Tacco d’Italia 

Leggi il commento del Procuratore nazionale antimafia Cafiero De Raho

Leggi i precedenti articoli di Ossigeno su questa vicenda

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.