Aggiornamenti

Bari. Condannata la mafiosa che aggredì la giornalista RAI Maria Grazia Mazzola

di Marilù Mastrogiovanni – A 16 mesi di reclusione. Il Tribunale ha contestato l’aggravante del metodo mafioso come per Daniele Piervincenzi a Ostia.

OSSIGENO 17 aprile 2021 – Monica Laera, boss del quartiere Libertà di Bari è stata condannata in primo grado, dal gup del Tribunale del capoluogo pugliese Giovanni Anglana, ad un anno e 4 mesi di reclusione (sconto di pena dovuto a seguito del rito abbreviato) per l’aggressione e le minacce di morte nei confronti di Maria Grazia Mazzola, inviata del Tg1. E’ stato riconosciuto il metodo mafioso come strumento di controllo del territorio e intimidazione nei confronti della giornalista.

Risarcimento danni alle parti civili. Il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho: “Serve un protocollo per proteggere i giornalisti in maniera preventiva, nel corso delle loro inchieste”. Carlo Verna (presidente Odg) propone un’ aggravante per chi cerca di impedire l’esercizio dell’informazione

Continua a leggere su Il Tacco d’Italia 

Leggi il commento del Procuratore nazionale antimafia Cafiero De Raho

Leggi i precedenti articoli di Ossigeno su questa vicenda

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.