Made within the framework of the OXIGENO M.A.P. - MONITOR ASSIST AND PROTECT project, co-financed by GMDF (Global Media Defense Fund), a UNESCO Multi-Partner Trust Fund established within the framework of the Global Campaign for Media Freedom and under the overall umbrella of the UN Plan of Action on the Safety of Journalists and the Issue of Impunity. It was developed with the goal of enhancing media freedom and improving the access of journalists to specialized and gender-sensitive legal assistance. The authors are responsible for the choice and the presentation of the facts contained in this publication and for the opinions expressed therein, which are not necessarily those of UNESCO and do not commit the Organization.

Assistenza Legale

Bonus di Ossigeno per assistenza legale a Marilù Mastrogiovanni

Per contribuire alle sue spese legali per difendersi in giudizio dalla citazione per danni di un’azienda del settore smaltimento rifiuti

L’Ufficio Assistenza Legale Gratuita di Ossigeno vedi, che opera in collaborazione con Media Defence, ha concesso un contributo in denaro a copertura delle spese legali alla giornalista Marilù Mastrogiovanni, direttrice responsabile del giornale online Il Tacco d’Italia. La giornalista racconta la vicenda in questo testo, scritto per Ossigeno

OSSIGENO 7 novembre 2022 – di Marilù Mastrogiovanni – Ossigeno per l’Informazione è sempre stato vicino al mio giornale e a me, come persona e come giornalista, dimostrando sempre grande attenzione e sensibilità. Lo ringrazio per questo e per avermi ora concesso un contributo alle spese legali per difendermi dallacitazione in sede civile di una ditta che smaltisce rifiuti, la Vibeco srl, che chiede un risarcimento del danno di 30mila euro.

Si tratta di una grossa società che ha vinto un bando pubblico per smaltire in Bulgaria le balle dei rifiuti della Regione Campania.

Vibeco, tramite la sua avvocata, prima mi ha chiesto la rimozione dell’articolo pubblicato dal Tacco d’Italia, senza contestare nulla nel merito.

Mi sono rifiutata, in quanto la rimozione di un articolo equivale ad una auto-censura, ma  sono rimasta disponibile a ospitare eventuali rettifiche o repliche: però la società Vibeco non ha esercitato il suo diritto di replica/rettifica.

Poi sono stata chiamata dinanzi all’organo di mediazione. Non mi sono presentata in quanto non avevo nulla da mediare: si tratta di una questione di principio.

Sono intenzionata ad andare fino in fondo per difendere il diritto dei giornali on line a non dover rimuovere gli articoli, esercitando il loro diritto di mantenere e gestire i propri archivi. L’azienda mi chiede anche la de-indicizzazione dell’articolo, che è operata da Google, non dal singolo giornalista o dal giornale.

L’articolo che mi viene contestato è un’inchiesta pubblicata da Bivol, un giornale investigativo bulgaro molto serio: collabora con la rete internazionale di giornalismo investigativo OCCRP.

Il Tacco d’Italia, che dirigo, nel 2020 ha tradotto in italiano e pubblicato l’inchiesta di Bivol, che cita e pubblica le proprie fonti documentali. Noi a nostra volta abbiamo citato l’inchiesta di Bivol e le sue fonti.

A questo link si può leggere l’inchiesta tradotta dal Tacco

Le fonti sono tutte citate e anche pubblicate, per cui, per ogni affermazione, c’è il riscontro on line dei documenti.

A mio modesto parere si tratta di una questione di rilevanza internazionale: il GDPR, proprio in merito al diritto all’oblio prevede delle scriminanti per i giornali e i giornalisti. Dunque non lo faccio per garantire un mio diritto personale, ma perché voglio difendere l’articolo 21 della Costituzione, l’articolo 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e l’articolo 10 della Convenzione Europea dei Diritti della Persona. Marilù Mastrogiovanni

LEGGI ANCHE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.