Questo episodio rientra tra le violazioni verificate da Ossigeno per l'Informazione

Violazioni verificate

Campania. Spari contro l’abitazione di Mario De Michele

Il giornalista vive sotto protezione da sei mesi. A novembre 2019, l’auto sulla quale viaggiava fu raggiunta da sei colpi di pistola. Ha presentato una nuova denuncia. Indagano i carabinieri
9 Maggio 2020 – Nella notte tra il 3 e il 4 maggio 2020 alcuni colpi di pistola (tre o quattro) sono stati esplosi a Cesa, in provincia di Caserta, contro l’abitazione del giornalista Mario De Michele, direttore del notiziario Campanianotizie.com. Il giornalista dal 14 novembre 2019 vive protetto da una scorta dopo essere sfuggito a un agguato tesogli da ignoti aggressori che hanno esploso sei colpi di arma da fuoco contro l’auto sulla quale viaggiava, in una zona periferica di Gricignano d’Aversa, in provincia di Caserta. Lo ha denunciato lo stesso De Michele che ha immediatamente avvertito i Carabinieri di Aversa.
Questa volta i colpi sparati dall’esterno della sua abitazione si sono conficcati nel muro dietro il quale si trova la cucina. Mario De Michele ha riferito che si trovava in casa con sua moglie e suo figlio. Le forze dell’ordine stanno indagando sull’accaduto. Attestazioni di solidarietà al giornalista sono state rilasciate dalle istituzioni di categoria locali e nazionalidei giornalisti e da parte del sottosegretario all’Interno, Carlo Sibilia.
“Ringrazio – ha detto De Michele a Ossigeno – le forze dell’ordine per il grande lavoro che fanno per proteggermi. Tengo a sottolineare che appena li ho chiamati, i carabinieri si sono precipitati a casa mia e sono stati con me fino all’alba”.
Mario De Michele è stato più volte vittima di gravi intimidazioni a causa delle sue inchieste giornalistiche. Fra maggio e settembre del 2019, Ossigeno ha registrato ben quattro intimidazioni nei suoi confronti (leggi). A novembre poi c’è stato l’agguato più grave (leggi). Il direttore di Campanianotizie.it ha seguito i retroscena poco chiari di un grande progetto edilizio realizzato a Orta di Atella negli anni precedenti e ha raccontato i legami tra politica, criminalità organizzata e imprenditoria. Il Comune di Orta, nel novembre 2019, è stato sciolto per infiltrazioni mafiose. De Michele ha dedicato numerosi articoli a un bando per affidare la gestione del campo sportivo di Succivo, un Comune confinante con Gricignano; ha evidenziato favoritismi ad alcuni imprenditori vicini a un ex assessore del Comune. Di recente ha lanciato l’allarme sulla scarcerazione di alcuni detenuti a causa dell’emergenza Covid, sottolineando il pericolo della riattivazione di gruppi criminali sul territorio intorno a queste persone.
AGGIORNAMENTO
Il 13 maggio l’aggressione è stata segnalata sulla Piattaforma del Consiglio d’Europa per la protezione del giornalismo e la sicurezza dei giornalisti, come un allarme di Livello 1 e sono state chieste informazioni al Governo italiano vedi
RDM
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.