Assistenza Legale

Contributo di Ossigeno a uno scrittore querelato e assolto

Per le spese legali sostenute per difendersi da una querela per diffamazione in relazione alla pubblicazione di un libro sui lupi

OSSIGENO 28 OTTOBRE 2022 -L’Ufficio Assistenza Legale Gratuita di Ossigeno vedi che opera in collaborazione con Media Defence, ha concesso un contributo in denaro a copertura delle spese legali allo scrittore e giornalista Matteo Antonio Rubino, che ha raccontato la sua storia con questo testo, scritto per Ossigeno

di Matteo Antonio Rubino – Ringrazio Ossigeno per l’Informazione e il suo Ufficio di Assistenza Legale Gratuita per avermi aiutato a sostenere le spese di assistenza legale che ho dovuto sostenere per difendermi da una querela per diffamazione a mezzo stampa immotivata. Le spese sono rimaste a mio carico nonostante io sia stato prosciolto per insussistenza del fatto contestato.

Ossigeno si è già occupato della mia vicenda (leggi) considerandola esemplificativa dei rischi patrimoniali a cui è esposto in Italia chiunque pubblica qualcosa, anche chi rispetta le regole e c’è un giudice che lo riconosce.

Riassumo. Ho pubblicato il libro, intitolato “Osso la lupa – Uomini e lupi sulle Alpi”, edito da Editoriale Marelli di Como, disponibile anche su Amazon – Kindle. In questo romanzo per ragazzi racconto l’avventuroso ritorno naturale del lupo sulle Alpi. Il libro è patrocinato dal WWF Italia e dall’associazione “Io non ho paura del lupo”.

Ho affrontato un argomento attualmente molto caldo. Me ne sono reso conto nell’agosto 2021, in occasione di una presentazione del libro all’Alpe Devero (VCO), dove sono stato accolto da un gruppo di manifestanti che ha contestato violentemente la presentazione e lo spirito del racconto. Sull’episodio ha indagato la magistratura, in quanto – in quell’occasione – sono stato fatto oggetto di minacce a mano armata, da parte di alcuni manifestanti che non hanno accettato la mia proposta di sedersi per dialogare pacificamente, durante la presentazione del libro.

Ovviamente ero un po’ traumatizzato dall’episodio. Ma ho reagito, continuando la promozione del mio volume. Da allora non ci sono stati incidenti in ogni occasione di presentazione del volume al pubblico.

Successivamente, tuttavia, un consigliere della Lega della Val d’Ossola, tale Preioni Alberto, mi ha querelato in quanto si è identificato in uno dei personaggi di pura fantasia del mio racconto.  Si tratta di un personaggio immaginario, da me inventato: un politico che nel racconto fa una magra figura.

Appena ho avuto notizia che il signor Preioni si era offeso ho immediatamente provveduto a contattarlo e a chiedergli scusa. Inoltre mi sono premurato di ritirare dal commercio a mie spese tutte le copie del volume e a cambiare il nome del suddetto personaggio in modo da escludere ogni possibile confusione. Nonostante ciò, egli ha comunque dato mandato al suo avvocato e mi ha querelato.

Il procedimento è stato instaurato presso il Foro di Como ove risiedo. E’ durato circa un anno. Il Pubblico Ministero ha subito proposto l’archiviazione per insussistenza del fatto. Il legale del signor Preioni ha fatto opposizione. Alla fine però il giudice per l’indagine preliminare ha respinto l’opposizione e mi ha dato ragione ordinando l’archiviazione con la motivazione proposta dal PM.

Dalle vendite del libro ho ricavato poche centinaia di euro. Avevo destinato interamente già in partenza in beneficenza, al WWF Italia, questi proventi. Dunque io, autore del libro, non ho ricavato nulla dalla vendita di questo libro. Tuttavia ho dovuto sostenere spese legali per difendermi nel procedimento. Per mia fortuna non sono state alte, grazie al fatto che il WWF Italia mi ha indicato l’avvocato Massimiliano Cané, un legale bravo e appassionato, che mi ha assistito per un onorario molto contenuto.

Mi sono accorto quanto sia importante avere in italia un’associazione senza fini di lucro come Ossigeno per l’Informazione che, oltre a battersi per cambiare la legislazione ingiusta che crea queste situazioni, si impegna ad aiutare concretamente persone come me, che non hanno fatto niente di male, anche a parere del giudice che ha valutato i fatti.

Matteo Antonio Rubino

LEGGI ANCHE

Altri interventi dell’Ufficio Assistenza Legale di Ossigeno

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.