Ilaria Alpi fu uccisa 28 anni fa in Somalia. Ossigeno la ricorda con un convegno a Roma

Lunedì 21 marzo alla Casa del Jazz cerimonia e convegno con Miguel Gotor davanti alla lapide con i nomi di 900 vittime innocenti della mafia e al Pannello di Ossigeno con i volti di 30 giornalisti uccisi

Lunedì 21 marzo alle ore 10, alla Casa del Jazz, bene confiscato alla mafia e destinato a uso sociale (sito in viale di Porta Ardeatina 55, Roma), l’Assessore alla Cultura di Roma Capitale, Miguel Gotor, parteciperà a una cerimonia pubblica e a un convegno organizzato da Ossigeno per l’Informazione per ricordare la giornalista del Tg3 RAI Ilaria Alpi, uccisa in Somalia 28 anni fa (il 20 marzo 1994) insieme al cine-operatore Milan Hrovatin, mentre cercava la verità su un traffico internazionale di armi.

Ilaria Alpi aveva trentadue anni, era nata a Roma, aveva studiato al Liceo Tito Lucrezio Caro. Parlava francese, inglese e arabo e questo le aveva aperto le porte a numerose collaborazioni giornalistiche e poi per l’assunzione alla RAI.

Alle ore dieci alla Casa del Jazz, davanti alla lapide con i nomi di 900 vittime innocenti della mafia, al Pannello murale di Ossigeno con i volti di 30 giornalisti italiani uccisi perché cercavano la verità, sarà deposta una corona. Alla cerimonia parteciperanno la Presidente del I Municipio, Lorenza Bonaccorsi, e i relatori del convegno che avrà inizio subito dopo la cerimonia, nell’Auditorium, fruibile on line sul canale YouTube di Ossigeno e in presenza. E’ richiesto il Green Pass rafforzato.

Le iniziative sono promosse da Ossigeno per l’informazione, Osservatorio sui giornalisti minacciati e le notizie oscurate con violenza, l’Associazione che opera alla Casa del Jazz per attuare le finalità sociali alle quali questo bene immobile è destinato. Si svolgono in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Lazio, l’Associazione Stampa Romana, la Fondazione Musica per Roma, Roma Capitale. Sono state indette nella ricorrenza della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie e in sintonia con le manifestazioni promosse dall’Associazione Libera a Roma, Napoli e altre città.

Al convegno parteciperanno familiari dei giornalisti uccisi e alcune scolaresche. Prenderanno la parola:

Miguel Gotor, assessore alla cultura di Roma Capitale
Gaetano Lettieri, docente universitario, compagno di scuola di Ilaria Alpi
Shukri Said, giornalista somala
Eugenio Albamonte, sostituto procuratore a Roma,
Giulio Francese, giornalista
Guido D’Ubaldo, presidente Ordine Giornalisti del Lazio
Giuseppe F. Mennella, segretario di Ossigeno, docente di deontologia del giornalismo
Lazzaro Pappagallo, segretario dell’Associazione Stampa Romana

Modererà: Alberto Spampinato, presidente di Ossigeno per l’Informazione

I giornalisti accreditati attraverso la piattaforma dell’Ordine dei Giornalisti riceveranno crediti formativi

Vedi anche il sito Ossigeno – Cercavano la verità

Per informazioni: ossigeno.informazione@gmail.com

ASP (ha collaborato Loredana Colace)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.