Aggiornamenti

Latina. Processo per minacce a giornalista del Messaggero, Vittorio Buongiorno

OSSIGENO – 7 febbraio 2021 – All’udienza del  processo Don’t touch bis in corso al Tribunale di Latina, gli imputatiti del clan criminale Di Silvio devono rispondere anche delle intimidazioni nei confronti del responsabile della redazione locale del quotidiano Il Messaggero, il giornalista Vittorio Buongiorno. Nell’udienza del 5 febbraio 2021, il giornalista ha ricordato questa frase minacciosa rivoltagli da uno degli imputati, Gianluca Tuma, nella cattedrale di San Marco, a conclusione della Messa: “Hai visto che cosa succede in Francia a chi usa la penna scorrettamente?” La frase era riferita all’attentato terroristico di pochi giorni prima, il 7 gennaio 2015, alla redazione del giornale satirico Charlie Hebdo, che causò la morte di dodici persone. Nel processo si sono costituite parte civile l’Associazione Stampa Romana e la Fnsi. ASP

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.