Appuntamenti

Libertà di stampa minacciata, tavola rotonda a Roma sui dati di Ossigeno e Polizia

Il 15 luglio a Roma, organizzata dall’Ordine dei giornalisti e dalla Direzione centrale della Polizia criminale – Aprono i lavori  il prefetto Vittorio Rizzi e Carlo Verna con Gianni Maria Stornello

OSSIGENO 14 luglio 2021  – Nel 2020, secondo i dati di Ossigeno per l’informazione, oltre 300 giornalisti sono stati minacciati, aggrediti o intimiditi. Quasi uno al giorno. Spesso sono le croniste a finire nel mirino. Su questo tema giovedì 15 luglio 2021 si terrà a Roma una tavola rotonda organizzata dall’Ordine dei Giornalisti e dalla Direzione centrale della Polizia Criminale (vedi).

Il seminario si svolgerà presso l’Hotel Massimo D’Azeglio della Capitale e sarà coordinato da Gianni Maria Stornello, membro del comitato esecutivo nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, e da Stefano Delfini per la Polizia criminale. Il prefetto Vittorio Rizzi, vicecapo della Polizia e direttore centrale della Polizia criminale aprirà i lavori insieme a Carlo Verna, presidente nazionale dell’Odg, che citerà i dati di Ossigeno che segnalano un preoccupante andamento del fenomeno: i 309 casi accertati dall’osservatorio sui cronisti minacciati coinvolgono giornalisti, blogger e altri operatori dell’informazione. Di questi, 69 sono donne.

LE TESTIMONIANZE – Al convegno interverranno i giornalisti Nello Scavo di ‘Avvenire’(sulla salvaguardia della segretezza delle fonti), Antonio Sanfrancesco di ‘Famiglia Cristiana’ (sul giornalismo e l’etica della cultura dell’incontro), Michele Albanese de ‘Il Quotidiano del Sud’ (dal 2014 sotto scorta), Antonella Napoli (sulle minacce verbali e sociali alle croniste) e la giornalista italo-siriana Asmae Dachan (sulla missione di “raccontare chi non ha voce”). Tra i relatori anche Giuseppe De Riggi (Carabinieri), Nunzia Ciardi (Polizia postale), Massimiliano Di Lucia (Guardia di finanza) e Rodolfo Spina (Polizia). LT

Leggi anche su umbriajournal.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.