Ministro interno Ucraina contesta la condanna

Faremo appello contro la condanna di Vitaly Markiv perché è ingiusta e vergognosa, ha dichiarato Arsen Avakov da Kiev

La decisione del tribunale italiano che ha condannato a 24 anni di carcere il soldato ucraino della Guardia nazionale Vitaliy Markiv per la morte del fotografo italiano Andrea Rocchelli sarà contestata dalle autorita’ di Kiev. E’ quanto ha affermato sabato 13 luglio 2019 il ministro dell’Interno ucraino, Arsen Avakov, secondo quanto ha riferito l’agenzia di stampa “112Ua”.

“Una condanna a 24 anni per Vitaliy Markiv da parte del tribunale italiano è una decisione ingiusta e vergognosa. Sarà fatto appello”, ha dichiarato il ministro ucraino tramite Twitter.

Avakov ha aggiunto che Markiv, soldato ucraino con cittadinanza italiana, e lo Stato dell’Ucraina non sono colpevoli per la morte di Rocchelli, che sarebbe stato invece “vittima dell’aggressivita’ della Russia” e della sua guerra nel Donbass. ASP

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.