Questo episodio rientra tra le violazioni verificate da Ossigeno per l'Informazione

Realizzato nell'ambito del progetto OSSIGENO M.A.P. - MONITOR ASSIST AND PROTECT, co-finanziato da GMDF (Global Media Defense Fund), il Fondo creato nell'ambito della Campagna Globale per la Libertà dei Media nel quadro del Piano d'Azione dell'ONU per la Sicurezza dei Giornalisti e la tematica dell'Impunità. Il GMDF è stato sviluppato con l'obiettivo di facilitare la libertà dei media e migliorare l'accesso dei giornalisti ad una tutela legale specializzata e sensibile alla diversità di genere. Gli autori sono responsabili della scelta e della presentazione dei fatti contenuti in questa pubblicazione e delle opinioni ivi espresse, che non sono necessariamente quelle dell'UNESCO e non impegnano l'UNESCO.

Parma. Striscione neofascista contro Paolo Berizzi e il suo libro sull’estrema destra

Firmato Casa Pound – Esposto in piazza davanti alla sede dove avrebbe presentato il volume dal titolo “E’ gradita la camicia nera” – Solidarietà al giornalista sotto scorta

OSSIGENO 2 marzo 2022 – Uno striscione offensivo e intimidatorio di Casa Pound contro il giornalista de ‘la Repubblica’ Paolo Berizzi è stato esposto nella notte del 3 febbraio 2022 a Parma, in Piazza Garibaldi, di fronte al Palazzo del Governatore, nei pressi della sede in cui lunedì 7 febbraio era prevista la presentazione del suo libro dal titolo  ‘È gradita la camicia nera’  in cui racconta quanto accade a Verona, definita “la città laboratorio dell’estrema destra tra l’Italia e l’Europa”.

“Berizzi ci dovrebbe ringraziare, senza noi gli toccherebbe lavorare”, è scritto sullo striscione, la cui foto (vedi) è stata  pubblicata da ‘Il Bastione di Parma’ su Instagram. “Dato che l’illustre Berizzi sarà a Parma lunedì, volevamo dargli il nostro personalissimo benvenuto” hanno fatto sapere gli esponenti del movimento neofascista.

LA RISPOSTA – Paolo Berizzi ha ricevuto numerose minacce di morte per le sue inchieste sull’estrema destra in Italia (vedi Ossigeno) e  per questo è sotto scorta dal 2019.

“Sempre di notte, ovviamente, come i topi – ha commentato – i fascisti di CasaPound Parma. Li ringrazio, sì. Perché i nipotini di Mussolini ci ricordano ogni giorno da che parte stare. Con la democrazia. Che è l’esatto opposto del fascismo”.

SOLIDARIETA’ – Al giornalista hanno espresso solidarietà Ossigeno per l’Informazione e il regista e data journalist Alex Orlowski, che ha organizzato la presentazione del libro a Parma, e l’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna. LT

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.