Aggiornamenti

T. Imerese. A processo tre autori delle minacce al giornalista Spallino

Aveva scritto che due di loro sono coinvolti in un’inchiesta giudiziaria. Il corrispondente del Giornale di Sicilia e l’Ordine dei Giornalisti di Sicilia sono parte civile

È iniziato il 14 febbraio 2018 presso il tribunale di Termini Imerese (PA) il processo a carico di Nicola e Giuliano Ficile e Veronica Arata, accusati di minacce aggravate nei confronti del giornalista Giuseppe Spallino, corrispondente del Giornale di Sicilia.

Spallino avera riferito in un articolo che nell’inchiesta giudiziaria sullo spaccio di stupefacenti a Castelbuono (Palermo), paese natale di Spallino, fra le sette persone coinvolte c’erano anche Nicola Ficile e Veronica Arata. Pochi giorni dopo, il 29 luglio 2017, il giornalista è stato minacciato dai due e dal fratello di lui (leggi) e ha presentato una denuncia ai carabinieri.

Nel procedimento si sono costituiti come parte civile sia il giornalista (assistito dall’avvocato Giuseppe Minà) sia l’Ordine dei Giornalisti della Sicilia.

DB

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.