Violazioni probabili

30 violazioni molto probabili fra il 31 luglio e il 14 ottobre

A danno di giornalisti e blogger. I nomi e i dettagli degli episodi rilevati da Ossigeno per l’Informazione che li segnala alle istituzioni

Ossigeno per l’Informazione ritiene che ognuno degli episodi qui di seguito segnalati meriti un’attenta verifica, per stabilire se – come sembra da un primo esame – essi rappresentano effettive e ingiustificabili violazioni della libertà di stampa e di espressione e se, di conseguenza, i giornalisti e le altre persone che ne sono state danneggiate meritano solidarietà e assistenza. Avendo già impegnato le proprie risorse nella verifica puntuale di altri episodi altrettanto meritevoli di attenzione, l’Osservatorio auspica che altre organizzazioni possano farsene carico rendendo pubblico il risultato del loro lavoro, come fa Ossigeno, e informandone il nostro Osservatorio.

CAMPANIA – Carlo Marsilli
NAPOLI – Durante la realizzazione si un servizio sui parcheggiatori illegali a Napoli Carlo Marsilli, inviato de Non è l’Arena, è stato insultato da alcuni parcheggiatori ed è stato vittima di un tentativo di investimento da parte di uno di loro innervosito dalla presenza nella piazza. Insulti e minacce anche per Francesco Emilio Borrelli che da mesi porta avanti una battaglia contro i parcheggiatori abusivi
Riporta la notizia Il Giornale (leggi)

TOSCANA – Massimiliano Cordeddu, Mauro Savelli
LIVORNO – Il Tribunale civile di Livorno ha rigettato la richiesta di risarcimento danni presentata dall’Hotel Capo Sud nei confronti dell’ex direttore del Corriere Elbano Massimiliano Cordeddu e dell’editore Matteo Savelli. La richiesta di risarcimento dopo la pubblicazione di un servizio del ‘Mystery Client’, una rubrica in cui un cliente in incognito recensiva le strutture alberghiere della zona, sulle pagine del periodico.
Riporta la notizia Elbanotizie.it (leggi)

SICILIA – Redazione Tp24
PARTANNA (Trapani) – Durante il consiglio comunale il sindaco di Partanna (TP) ha attaccato la redazione di Tp24 per l’inchiesta in tre puntate sull’organizzazione di grandi eventi nella cittadina siciliana. Il sindaco ha parlato di “una minaccia, un’intimidazione. Le ho percepite come una vera e propria intimidazione” di tipo mafioso.
Riporta la notizia Siecom.org (leggi)

PUGLIA – Giornalista Fax
CONVERSANO (Bari) – Il 2 ottobre 2019 un giornalista di Fax è stato aggredito verbalmente da un operatore del 118 davanti al Teatro Norba di Conversano (BA). Il giornalsita stava filmando alcune fasi del soccorso di una anziana caduta dal palcoscenico del teatro durante la festa dei nonni quando uno dei soccorritori si è scagliato contro di lui chiedendogli di consegnare il materiale girato.
Riporta la notizia Fax (leggi)

SICILIA -Troupe Pomeriggio5
SANTA CROCE DI CAMERINA (Ragusa) – “Che vi possano ammazzare tutti, giornalisti di merda”. Così la compagna di Andrea Stival, suocero di Veronica e nonno del piccolo Lorys, si è scagliata contro una troupe di Pomeriggio 5 che l’attendeva davanti alla sua abitazione per tentare di intervistarla a poco meno di due mesi dalla sentenza di Cassazione per la mamma di Loris. “Solo ora stiamo iniziando a vivere” grida Andreina agli inviati, intimando loro di consegnarle il girato della telecamera.
Riporta la notizia Fanpage (leggi)

SARDEGNA – Luca Fiori
Il Giornalista de La Nuova Sardegna Luca Fiori è stato insultato e minacciato sui social network dopo un’inchiesta sulla dirigenza della Torres Calcio che sarebbe indagata per estorsione.
A Luca Fiori hanno espresso totale solidarietà Ordine dei giornalisti, Associazione della stampa e tutti i colleghi della Nuova attraverso il Comitato di redazione.
Riporta la notizia La Nuova Sardegna (leggi)

Carlo Tecce, Tomaso Montanari
Mattero Renzi, leader di Italia Viva ha annunciato di avere dato incarico di procedere con un’azione civile nei confronti dei giornalisti Carlo Tecce, Tomaso Montanari per due articoli pubblicati sul Fatto Quotidiano uno relativo allo stato delle finanze della nuova avventura politica di Renzi e l’altro relativo alle strategie del Partito Democratico dopo la scissione di Renzi, ritenuti diffamatori dal senatore.
Riportano tra gli altri la notizia Today.it (leggi) e Libero (leggi)

MARCHE – Troupe Storie Italiane
PORTO RECANATI (Macerata) – La giornalista Carla Lombardi e il videoperatore sono stati aggrediti a Porto Recanati (MC) all’interno dell’Hotel House, una struttura di 17 piani degli anni 60 che ospita circa 200 persone soprattutto stranieri. La troupe stava realizzando un servizio sui pericoli della struttura, per la trasmissione televisiva Storie Italiane quando è stata minacciata e aggredita da un uomo, probabilmente uno spacciatore di droga.
Riporta la notizia Il sussidiario (leggi)

LOMBARDIA – Federico Gervasoni
LOMBARDIA – Il giornalista Federico Gervasoni dopo la pubblicazione del libro “Il cuore nero della città: viaggio nel neofascismo bresciano” ha ricevuto sui social network insulti e minacce di morte da utenti legati al mondo del tifo ultras e a gruppi neofascisti. Tra i vari messaggi e commenti: “Gervasoni muori presto”, “Gervasoni RIP”, “Bisogna dargli fuoco”, “Punirne uno per educarne cento”, “Ammazzatelo”, “Sparategli con il mitra”, “Ti meriteresti tu le undici coltellate”, “Mi auguro accada la stessa cosa a uno dei tuoi cari”, “Ti mando in un lager”, “Ti sparo in testa”. Tutti gli episodi sono stati denunciati ai carabinieri.

PUGLIA – Giornalisti Napoletani
LECCE – Il 22 settembre 2019 un gruppo di tifosi del Lecce ha preso di mira i giornalisti napoletani presenti allo stadio per la partita di campionato di calcio di Serie A Lecce-Napoli con insulti, sputi e lancio di oggetti. Lo stesso trattamento è stato riservato all’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti e al suo staff.
Riportano la notizia tra gli altri areanapoli.it (leggi) e spazionapoli.it (leggi)

WEB – Sebastiano Vernazza
Il giornalista Sebastiano Vernazza della Gazzetta dello Sport è stato insultato e minacciato sui social per avere dato un voto basso nelle pagelle del Fantacalcio al difensore dell’Inter Godin.
“Violenza verbale inaudita per un voto nelle pagelle: non faccio la vittima, ho spalle grosse. Vorrei ringraziare ironicamente quanti hanno alimentato la canea del branco per un pugno di like in più e seriamente quanti in privato si sono fatti vivi”, scrive Vernazza su Twitter.
Riportano la notizia tra gli altri AdnKronos (leggi) e Sport Virgilio (leggi)

LOMBARDIA Pietro Senaldi, Vittorio Feltri
MILANO – Il Tribunale di Milano ha assolto i giornalisti Pietro Senaldi e Vittorio Feltri dall’accusa di diffamazione nei confronti del Presidente della Camera Roberto Fico per il titolo “Il presidente della Camera a gas” pubblicato a novembre 2018.
L’articolo di Libero era molto polemico nei confronti di Fico che in quei giorni aveva accolto l’ambasciatrice palestinese Mai Al Kaila ritenuta vicina all’organizzazione politica e militare Al Fatah.
Riportano la notizia tra gli altri Libero (leggi) e il Secolo d’Italia (leggi)

SICILIA – Nello La Fata
LENTINI – Il giornalista Nello La Fata direttore di LaNotizia.tv il 12 settembre 2019 è stato minacciato su fb da un profilo falso dal nome Seveso Bosko. “Il bravo giornalista fa interviste a tutti, alla pastorino per vedere quanto è bella la discarica armicci, agli ambulanti che mettono a soqquadro un paese per difenderli, tutto tranne che per il bene di Lentini e dei Lentinesi. Tanto bastano 50 rose, si dice così?” riferendosi alle rose necessarie per preparare un cuscino funebre di fiori. A corredo del messaggio un’immagine con il testo: Quando come giornalista fai schifo e per due spiccioli dati dagli oppositori ti vendi anche la famiglia.
Sul caso è intervenuta l’UNCI Sicilia
Riportano la notizia tra gli altri ecostiera.it (leggi), radiounavocevicina (leggi) e il sito dell’Unci (leggi)

SICILIA – Gian Battista Oberto
PARTINICO – Il cronista di Partinico Today Gian Battista Oberto è stato insultato e minacciato sui social per avere pubblicato con qualche ora di ritardo la notizia dell’uccisione di una cagnolina a Partinico, accusato addirittura di “essere complice di chi ha commesso il gesto”.
Riporta la notizia Il Tarlo di cui Oberto è collaboratore (leggi)

SARDEGNA – Franco Vanni
CAGLIARI – Il giornalista Franco Vanni di Repubblica è stato insultato a Cagliari da alcuni colleghi della stampa locale all’interno della sala stampa della Sardegna Arena al termine della partita di calcio Cagliari-Inter. Non appena in conferenza stampa Vanni ha chiesto all’allenatore Antonio Conte cosa pensasse dei “buu” nei confronti del giocatore Lukaku alcuni colleghi sardi lo hanno insultato: “cazzo dici”, “li hai sentiti solo tu”, “non sei lucido”.
Al giornalista sono giunte le scuse del Direttivo Ussi Sardegna
Riporta la notizia il sito calcionapoli24.it (leggi)

CAMPANIA – Raffaele De Lucia
NAPOLI – Il giornalista Raffaele De Lucia è stato aggredito da alcuni manifestanti davanti la sede del Miur di Napoli. Il giornalista stava documentando la protesta del personale docente e ATA e stava riprendendo uno dei manifestanti disteso a terra per un malore quando è stato aggredito da un altro partecipante al sit-in.
L’episodio è stato reso noto dal Sindacato unitario giornalisti e dall’Unione cronisti della Campania che hanno denunciato il mancato intervento delle forze dell’ordine presenti in assetto antisommossa. A sedare il manifestante alcuni rappresentanti sindacali.
Sul caso è intervenuto anche il presidente dell’odg Campania Ottavio Lucarelli.
Riportano la notizia il sito del SUGC (leggi), quello della Fnsi (leggi), ifatti.eu (leggi), ilmeridianonews.it (leggi), Videoinformazioni (leggi) e stylo24 (leggi)

PUGLIA – Antonio Loconte
BARI-Il giornalista Antonio Loconte, direttore de Il Quotidiano Italiano, è stato minacciato al Molo San Nicola di Bari da alcuni pescatori: “Se non te ne vai prendi mazzate”.
Riporta la notizia il suo stesso giornale (leggi)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.