Realizzato nell'ambito del progetto OSSIGENO M.A.P. - MONITOR ASSIST AND PROTECT, co-finanziato da GMDF (Global Media Defense Fund), il Fondo creato nell'ambito della Campagna Globale per la Libertà dei Media nel quadro del Piano d'Azione dell'ONU per la Sicurezza dei Giornalisti e la tematica dell'Impunità. Il GMDF è stato sviluppato con l'obiettivo di facilitare la libertà dei media e migliorare l'accesso dei giornalisti ad una tutela legale specializzata e sensibile alla diversità di genere. Gli autori sono responsabili della scelta e della presentazione dei fatti contenuti in questa pubblicazione e delle opinioni ivi espresse, che non sono necessariamente quelle dell'UNESCO e non impegnano l'UNESCO.

Caserta. Inizia processo all’ergastolano che minacciò di morte Maria Bertone

OSSIGENO 13 ottobre 2022 – Il 7 ottobre 2022, presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), si è tenuta la prima udienza del processo contro Giovanni Cellurale, l’affiliato al clan dei Casalesi condannato all’ergastolo per omicidio, che inviò dal carcere una lettera contenente minacce di morte alla giornalista Maria Bertone, direttrice di Cronachedi (Caserta e Napoli). In quella lettera, inviata all’indirizzo della redazione, l’uomo si augurava che la giornalista saltasse in aria e che qualcuno le sparasse in bocca (leggi i particolari su Ossigeno).

La giornalista, che si è costituita parte civile, era in aula insieme al suo avvocato Gennaro Razzino. Costituite parti civili anche la cooperativa Libra, editrice di Cronachedi (Caserta e Napoli) e l’Ordine dei Giornalisti della Campania, con il presidente Ottavio Lucarelli. La giudice Luciana Crisci ha chiesto di sentire Maria Bertone nella prossima udienza del processo, che si terrà il 22 novembre 2022. LT

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.