Libertà di stampa

Lutz Kinkel (ECPMF): Ammiro il lavoro di Ossigeno

Il direttore del Centro per la Libertà di Stampa di Lipsia ha illustrato la difficile situazione della libertà di stampa a Malta e in Germania

“Ammiro il lavoro di Ossigeno e del suo presidente Alberto Spampinato che ha dedicato la sua vita a proteggere coloro che sono sotto attacco”. Lutz Kinkel, direttore del Centro europeo per la Libertà di stampa, ha inoltre ricordato l’importante ruolo che Ossigeno per l’informazione ha avuto nella fondazione del Centro che dirige e ha sede a Lipsia.

Al Convegno “Giornalisti aggrediti, colpevoli impuniti”, organizzato da Ossigeno in Senato per celebrare la Giornata Mondiale – indetta dall’Onu – per mettere fine all’impunità per i crimini contro i giornalisti, Kinkel ha parlato della  difficile situazione degli attacchi ai giornalisti a Malta e in Germania.

E se a Malta, a un anno di distanza dall’uccisione della giornalista d’inchiesta Daphne Caruana Galizia non sono ancora stati individuati i mandanti, in Germania da gennaio a settembre 2018 si sono verificati 22 casi di attacchi nei confronti di 28 giornalisti. Molti di questi dettati da un’insofferenza nei confronti del lavoro giornalistico anche da parte delle forze di sicurezza. “Per questo – ha detto Kinkel – faremo dei corsi di formazione per far comprendere alla polizia l’importanza del ruolo dei giornalisti per la democrazia. Partiremo da un codice di condotta che verrà presentato nelle prossime settimane”.

IF

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.