Libertà di stampa

Morcellini: educare alla libera informazione

Il Commissario propone di puntare sui ragazzi e sulla scuola per recuperare il valore dell’attività giornalistica

“La parola Ossigeno è quella riassuntiva, che descrive bene un clima culturale in declino. Una minaccia che vive nella diminuzione della partecipazione e della democrazia”. Mario Morcellini, commissario Agcom, commenta così i dati di Ossigeno per l’Informazione presentati questa mattina nell’ambito della conferenza ‘Giornalisti aggrediti, colpevoli impuniti’.

Il professore di Sociologia dei processi culturali ha parlato della perdita di valore delle attività informative e dell’indifferenza dei giovani nei confronti di un’informazione di qualità, con un ricorso acritico al web. Morcellini ha proseguito individuando dei difetti nella stessa attività giornalistica, troppo “pigra” e incapace di cogliere la complessità della società attuale. Per il commissario Agcom un altro grande problema connesso è il precariato, considerato il “danno endemico della libertà di informazione”.

Per cambiare “bisogna ripartire dai ragazzi: il giornalismo deve diventare un tema di aggiornamento della scuola italiana, introducendo il linguaggio digitale nella didattica. Inoltre – ha aggiunto Morcellini – si deve studiare di più e collaborare con enti, università e istituzioni estere”. Infine, un invito a non essere pessimisti e a guardare il domani con entusiasmo e spirito di coinvolgimento.

DEB- ADI

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.