Aggiornamenti

Offese cronista. Boss a giudizio per diffamazione

Il decreto di citazione è stato emesso dalla Procura di Napoli. Augusto la Torre dovrà rispondere delle affermazioni contro Giuseppe Tallino di Cronache di Caserta

Il 25 luglio 2019 La Procura di Napoli ha emesso un decreto di citazione diretta per diffamazione, davanti al Tribunale di Napoli, nei confronti del mafioso Augusto la Torre, boss del litorale Domizio, detenuto nel carcere di Ivrea, per scontare una condanna per estorsione, associazione mafiosa e omicidio. L’udienza è fissata per il 26 febbraio 2020.

In un’intervista rilasciata il 4 giugno 2017 alla testata online Appiapolis, La Torre aveva definito il giornalista Giuseppe Tallino, di Cronache di Caserta, uno “pseudogiornalista, (un) altro lecchino che scrive menzogne e non sa leggere gli atti processuali”, un presuntuoso che crede di essere “il maestro del giornalismo nostrano”.

Tallino aveva denunciato il fatto alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua (Caserta).

L’attacco di La Torre aveva fatto seguito alla pubblicazione di due articoli su  Cronache di Caserta., entrambi relativi a indagini della Dda di Napoli. (leggi)

RDM 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.