Osservatorio

Rapporto Ossigeno: Nel Lazio mille giornalisti minacciati in 10 anni

Nella regione in cui vive il 10% degli italiani c’è il 26 per cento dei cronisti minacciati in italia. In  Toscana e Liguria la pressione intimidatoria è più alta – Rivedi il VIDEO

OSSIGENO 22 novembre 2022 – Nel 2022, fra gennaio e ottobre, i giornalisti, blogger e operatori dei media minacciati nel Lazio sono stati 40. Questo numero sommato ai minacciati nella stessa regione nei nove anni precedenti porta il totale a 1002 minacciati in dieci anni nel Lazio, la regione che comprende la città di Roma, capitale d’Italia e della politica italiana. Il superamento di quota mille minacciati è stato annunciato da Ossigeno per l’informazione nel corso del seminario “Informazione a rischio. A che punto sono in Italia le minacce ai giornalisti. Il caso del Lazio”, promosso il 22 novembre a Roma (leggi).

Il dato fa riferimento al periodo che va dal 2012 – l’anno in cui l’Osservatorio ha cominciato a corredare sistematicamente le sue segnalazioni di dettagli che consentono di conoscere la località e le tipologie caratterizzanti e ha iniziato a rilevare con costanza le tendenze regionali – fino all’ultima rilevazione di ottobre 2022.

In questi dieci anni Ossigeno ha rilevato minacce nei confronti di 3866 giornalisti. Questa percentuale consente di fare una prima considerazione: il clima intimidatorio è forte visto che nel Lazio vive il 10% della popolazione italiana (e dove si trovano le massime istituzioni politiche nazionali oltre a numerose attività economiche, produttive, sociali) è qui c’è il 26% dei giornalisti minacciati. Per questo Ossigeno già nel 2017 aveva richiamato l’attenzione delle autorità competenti per proteggere meglio il lavoro degli operatori dell’informazione che operano nel Lazio (leggi il dossier Allarme Lazio 2017). Anche l’Associazione Stampa Romana ha chiesto recentemente maggiore tutela per la sicurezza dei giornalisti (leggi).
Alla luce di questo contesto, Ossigeno ha dedicato particolare attenzione all’andamento delle minacce a Roma e nelle altre province laziali anche nel 2022, anno in cui il monitoraggio è eseguito in collaborazione con il fondo GMDF dell’UNESCO.

LAZIO SCAVALCATO DA LOMBARDIA E TOSCANA – Fra il 2017 e il 2021 il Lazio è risultata la regione con il numero più alto di giornalisti minacciati. In particolare, l’anno scorso i cronisti sotto attacco erano il 22% dei 136 ceritificati a livello nazionale in dodici mesi (leggi Lazio maglia nera anche per il 2021). Quest’anno, invece, la classifica è cambiata: con il 15% dei 264 verificati fra gennaio e ottobre, la regione Lazio si colloca al terzo posto, preceduta da Lombardia (19%) e Toscana (18%). L’elevato numero di minacciati in queste due regioni dipende in buona parte da episodi di intimidazione collettivi che hanno coinvolto decine di giornalisti. Se invece si considera solo il numero dei singoli casi si può dire che il Lazio resta la regione più colpita. In numeri assoluti sono quaranta i cronisti minacciati in dieci mesi nel 2022, erano 30 nel 2021.

Regioni con più giornalisti minacciati | confronto 2021-2022 2021 fra gennaio e ottobre 2022
Lombardia 11% 19%
Toscana 3% 18%
Lazio 22% 15%
Piemonte 6% 10%
Puglia 10% 9%

PRESSIONE INTIMIDATORIA – Prendendo in considerazione invece la pressione intimidatoria (intendendo con ciò il rapporto tra la popolazione giornalistica della regione e il numero dei minacciati), la Toscana è la regione con il più alto tasso nel periodo gennaio-ottobre 2022 , seguita in graduatoria dalla Liguria. Nel 2021, invece, ai primi posti si collocavano Sicilia e Puglia.

ATTACCHI – Ossigeno opera due livelli di analisi qualitativa dei dati raccolti secondo il Metodo di monitoraggio collaudato dal 2006 (leggi). Dalla verifica di secondo livello che ceritifca i giornalisti minacciati, è stato possibile evincere la tipoliogia di minaccia.

Nel Lazio le minacce più frequenti sono rappresentate da denuce e azioni legali (48%), soprattutto querele intimidatorie secondo una tendenza che caratterizza tutto il territorio nazionale negli ultimi anni.  Aumentano considerevolmente (45%) gli avvertimenti, per lo più minacce personali e insulti, rispetto ai dodici mesi precedenti (17%).

Tipologie minacce nel Lazio dal 2019 al 2022 Abuso di denunce e azioni legali Avvertimenti Aggressioni Ostacolato accesso all’informazione Danneggiamenti
2022 da gennaio a ottobre 48% 45% 8% 0 0%
2021 67% 17% 10% 6% 0
2020 11% 75% 8% 1% 5%
2019 55% 39% 6% 0 0

Nel 2022 Ossigeno ha dettagliato più precisamente l’origine degli attacchi. Ventidue giornalisti su 40 sono stati minacciati da privati cittadini; 11 da persone dell’ambiente mediatico; tre da autorità pubbliche; due dalla mafia; una da persone del mondo dell’impresa; per una infine la matrice è sconosciuta.

GPA

Leggi il Rapporto Primo semestre 2022

Sfoglia di grafici

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.